MANTOVA – GRAFÈIN. IL DISEGNO COME FORMA D’ARTE

di Paolo Biondo

Grafèin – Scrivere il segno”. Apre i battenti ne LaGalleria di Arte Contemporanea di Palazzo Ducale a Mantova; lo fa tra l’entusiasmo e la curiosità di molti appassionati che hanno presenziato al vernissage con il quale si sono tolti i veli ad una esposizione che racconta, proprio in un frangente in cui la parola e la scrittura, rendono la città dei Gonzaga sempre più viva e proiettata nel futuro, di un’arte che partendo dal punto arriva ad esaltare tantissime espressioni artistiche.

Espressioni che vengono esaltate dalle opere realizzate dai sette artisti invitati dagli organizzatori e dalle opere di personaggi di spicco del mondo del disegno, inteso come forza naturale che sa testimoniare delle evoluzioni compiute dall’essere umano.

Gli artisti invitati sono: Sergia Avveduti, Luca Barcellona, Giulio Camagni, Giovanni De Lazzari, Giuseppe De Mattia, Fausto Gilberti, Brigitte Mahlknecht.

A costoro verrà data la possibilità di esprimere il proprio pensiero confrontandosi in una sorta di laboratorio con il pubblico che di giorno in giorno e, di settimana in settimana, visita la mostra.

Una proposta giudicata innovativa per la piazza di Mantova dal direttore museale Peter Assmann che ha sottolineato in occasione dell’inaugurazione, come questo evento voglia da un lato evidenziare il valore della collaborazione instaurata con altri interlocutori del settore, vedi la Galleria Corraini e dall’altro l’opportunità di stimolare un momento in cui la creatività raggiunge i massimi lvelli.

In definitiva “Grafèin – Scrivere il segno”, vuole essere anche un intreccio di sensibilità e di esperienze. La mostra consente al visitatore di comprendere per alcuni aspetti il grande potere dell’arte contemporanea e come attraverso il disegno si possa guardare, osservare, narrare la realtà.

Il progetto che è alla base di questa collettiva d’arte è anche quello di consentire all’artista di prendere possesso del Palazzo e al tempo stesso di confrontarsi, mentre realizza e studia le sue opere, con il pubblico nelle sale espositive.

Tra le opere da ammirare traviamo una fitta produzione grafica di Kubin, Kokoschkha, Pisarro, Millet, associata a quella più recente di Nitsch, Rainer, Fioroni, Munari e Cerone, provenienti in parte dalla Galerie Tanglberg di Vorchdorf (Austria) e in parte dalla Galleria Corraini di Mantova.

Catalogo: Corraini Edizioni

 

Dal 7 settembre al 4 novembre 2018

LaGALLERIA arte contemporanea Complesso Museale – PALAZZO DUCALE DI MANTOVA (Italia) Piazza Sordello, 42/A
Segreteria organizzativa 0376 352145 / 104  pal-mn.lagalleria@beniculturali.it

Orari: martedì-domenica, 14.00 – 19.00; lunedì chiuso
Biglietti: da martedì a sabato ingresso libero, domenica e festivi ingresso con biglietto del Museo di Palazzo Ducale

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.