MANTOVA – CHEF IN OSPEDALE: ALIMENTIAMO LA SALUTE. INCONTRO PUBBLICO CON FRANCO BERRINO

Prima un convegno, poi un corso di cucina e infine una mostra; proseguono a ritmo serrato le iniziative predisposte dall’Asst di Mantova e inserite nell’ambito progetto “Chef in Ospedale”.

Chef in ospedale.jpg

L’ospedale “C. Poma” lancia così altre tre iniziative che vanno a rendere sempre più coinvolgente un’idea nata nel 2017 con l’obiettivo di diffondere una cultura della sana alimentazione nella comunità, sia all’interno che all’esterno della struttura sanitaria. Andando più nello specifico il 5 ottobre si terrà un momento di confronto, una giornata di studio, con la partecipazione del popolare epidemiologo esperto di alimentazione Franco Berrino.

Il convegno vivrà le sue fasi più salienti a partire dalle 9, all’Università di Mantova, Aula Magna, via Scarsellini 2, sarà accreditato Ecm per i professionisti dell’alimentazione ed avrà come filo conduttore il tema “Alimentiamo la salute – Il cibo e le sue potenzialità in ospedale tra prevenzione, cura e cultura: il progetto Chef in ospedale e altre esperienze a confronto”.

Franco Berrino.jpg

L’appuntamento si dividerà in tre sezione; in quella del mattino medici, ricercatori e specialisti affronteranno il tema del cibo come strumento di sostegno alle cure nel processo di guarigione e di prevenzione  – in ambito oncologico e cardiovascolare, nella patologia vascolare, nella sclerosi multipla e nel Parkinson – dell’interazione fra cibo e farmaci e degli aspetti psicologici della sana alimentazione. La sessione si concluderà con una Lectio Magistralis di Berrino.

Nella sessione pomeridiana spazio alla presentazione del percorso che ha condotto l’azienda a una modifica dei menù destinati ai degenti e ai dipendenti.

CHEF LUCA MARCHINI

Si parlerà di come lo chef Luca Marchini, presidente per l’Italia dell’associazione JRE – Jeunes Restaurateurs e titolare del ristorante “L’Erba del Re” di Modena, nonché testimonial del progetto, che è intervenuto in questo percorso formando il personale delle cucine dell’ospedale di Mantova in collaborazione con la biologa nutrizionista dell’ASST Maria Chiara Bassi e con il direttore medico del Presidio Ospedaliero Consuelo Basili, oltre che del progetto “La bellezza salverà il piatto”, che ha coinvolto gli studenti del Liceo Artistico Giulio Romano.

Nel corso del pomeriggio verranno inoltre presentate altre esperienze realizzate in strutture sanitarie, si affronteranno alcuni aspetti economici e verrà presentato un documento di linee guida per la valutazione delle mense ospedaliere.

Relatori i professionisti dell’Asst di Mantova e dell’Humanitas, dell’Asst di Cremona, del San Raffaele, dell’Istituto Tumori di Milano, della Bocconi, del Policlinico Sant’Orsola di Bologna e dell’ATS della Val Padana.

Nella terza sessione a partire dalle ore 18 Franco Berrino, già direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e autore di vari libri in tema di corretta alimentazione, dialogherà con il pubblico in una sessione aperta alla cittadinanza, con ingresso libero.

La seconda proposta del trittico sarà il corso di cucina.

Dopo i corsi di cucina realizzati nei mesi scorsi per i dipendenti dell’Asst, arriva ora l’edizione dedicata ai cittadini. Il corso si svolgerà il 28 novembre alle 17.30 allo Spazio Broletto 6 (Piazza Broletto, Mantova) e sarà tenuto dalla chef Elisabetta Arcari del ristorante “Peccati di gola” e dalla biologa nutrizionista Maria Chiara Bassi.

Sarà a numero chiuso e ospiterà un massimo di 30 persone.

I partecipanti verranno ammessi fino a esaurimento posti, in ordine di iscrizione, dopo aver superato un test da compilare online sul sito internet dell’Asst di Mantova (www.asst-mantova.it) o sulla pagina Facebook dedicata al progetto “Chef in ospedale”.

Il quiz prevede sette domande sull’alimentazione, alle quali è possibile rispondere leggendo la brochure “Shopper della salute – Alimentazione” pubblicata sul sito internet dell’azienda, nella sezione dedicata al progetto Chef. Per superare il test è necessario rispondere correttamente a cinque domande su sette.

Infine, nei mesi di dicembre 2018 e gennaio 2019, verrà allestita nella hall dell’Ospedale “C. Poma” di Mantova la mostra dal titolo “La bellezza salverà il piatto”; il taglio del nastro tricolore è previsto nei primi giorni di dicembre.

Alle spalle di questa esposizione vi è stato un percorso di sensibilizzazione rivolto agli studenti del Liceo Artistico Giulio Romano realizzato da Asst, in collaborazione con Coldiretti.

La nutrizionista Maria Chiara Bassi e Valeria Vinciguerra, referente di Coldiretti (Educazione Campagna Amica), hanno tenuto lezioni alla classe terza III LD Arti Figurative, affrontando i seguenti argomenti: elementi di scienza dell’alimentazione; nutrizione, salute e prevenzione; tipicità agro-alimentari mantovane; sistema di denominazione d’origine tutela prodotti; lettura corretta delle etichette alimentari; rintracciabilità dei prodotti alimentari.

Gli obiettivi per i ragazzi?

Essere consapevoli dell’importanza dell’alimentazione corretta nella prevenzione delle malattie emergenti nel mondo occidentale, saper riconoscere e utilizzare i prodotti agro-alimentari mantovani, nonché l’italian sounding.

Al termine di questo momento di riflessione gli studenti, guidati dal professore di Disegno dal Vero Vincenzo Denti, hanno realizzato opere a tema che verranno esposte in una mostra dal titolo, appunto, “La bellezza salverà il piatto”.

Al termine del periodo espositivo, i pannelli saranno utilizzati per decorare la mensa dell’ospedale di Mantova, Il risultato del lavoro dei ragazzi è un caleidoscopico affastellarsi di alimenti naturali legati alle produzioni del territorio mantovano, organizzati per colore, per tipologia, per armonia di forme e così via.

Da anni la collaborazione tra il Liceo Artistico e l’Asst produce ottimi risultati non soltanto dal punto di vista estetico, ma anche sul piano della conoscenza delle problematiche mediche da parte degli studenti, ai quali viene offerta la possibilità di realizzare progetti che abbiano ricaduta sulla popolazione.

SESSIONE APERTA ALLA CITTADINANZA | Ore 18
Salone Mantegnesco – Fondazione Università Mantova
Via Scarsellini 2, Mantova

(Paolo Biondo)

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.