GAZOLDO D/IPPOLITI – POSTUMIA: DOMENICA 2 GIUGNO, GIULIO REBECCHI presenta “SOLDATI” e “PERSONE”

soldati.jpgA Gazoldo degli Ippolitiella nella Sala degli Stemmi di Rocca Palatina, sede dell’Associazione Postumia DOMENICA 2 GIUGNO 2019 ORE 17.00, GIULIO REBECCHI presenta “Soldati” e “Persone”, due libri di racconti.

Con l’autore dialogano con lui AMILCARE RICCÒ e NANNI ROSSI.

SOLDATI, (2013 Book SPRINT Edizioni) – 8 settembre 1943 l’armistizio con gli alleati getta nel caos non solo l’esercito, ma tutto il Paese. Gli italiani, soldati e civili, devono schierarsi: scelte difficili, condizionate dagli eventi e dalle esperienze personali. Il libro racconta le vicende di tre giovani italiani e di un soldato tedesco, che attraversano la Storia con la loro normalità.

persone.jpg

PERSONE, (2019 Edizioni DEL FARO) – è una raccolta di quattordici racconti ambientati in diversi luoghi e in diverse età. Vicende quasi picaresche nella profonda provincia americana, “danni collaterali” della guerra e del nazismo, spaccati di vita italiana un po’ vintage. Storie di iniziazione e formazione, di amori lontani riportati in vita. Persone vere con i loro sentimenti più naturali e profondi.

GIULIO REBECCHI è nato nel 1944 a Campo Tures in provincia di Bolzano. Ha vissuto gli anni dell’adolescenza e della giovinezza a Trento. Laureato in Lettere a Bologna, si è trasferito a Campitello, dove è stato insegnante prima e preside poi della locale scuola media. Le prime sue pubblicazioni risalgono agli inizi degli anni Duemila.

OLGA KASHCHUK.jpg

A seguire, Recital-concerto del soprano OLGA KASHCHUK accompagnata al pianoforte da MARCO MORSELLI
PROGRAMMA: “Ave Maria” di J. Caccini – O. Gouin; “Sposa son disprezzata” dal “Bajazet” di A. Vivaldi; “Lascia ch’io pianga” dal “Rinaldo” di F. Handel; “Tacea la notte placida” dal “Trovatore” di G. Verdi; “Morrò ma prima in grazia” dal “Ballo in maschera” di G. Verdi; “Ave Maria” da “Otello” di G. Verdi; “Parigi, o cara” da “Traviata” di G. Verdi

OLGA KASHCHUK, ucraina residente a Mantova, ottiene il titolo accademico ad Odessa che l’abilita all’insegnamento del pianoforte e del canto corale. Si diploma, altresì, ad Odessa in arte drammatica ed in lingue, mentre a Siena nel 2013 frequenta l’Università per stranieri ed ottiene il diploma in lingua e cultura italiane. Dal 2015 frequenta il Triennio specialistico di canto presso il Conservatorio L. Campiani di Mantova. È stata solista del coro dell’Università di Odessa ed ha svolto, prima in Ucraina e poi in Italia, un’intensa attività concertistica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.