MANTOVA – IL COMUNE APRE IL BANDO CONTRIBUTO REGIONALE DI SOLIDARIETÀ

martinelliLa Giunta Palazzi, mercoledì 30 ottobre, ha approvato l’apertura del bando per l’erogazione del contributo Regionale di Solidarietà, rivolto agli inquilini degli alloggi Sap (Servizi abitativi pubblici) del Comune di Mantova.

La Regione Lombardia ha stanziato per gli inquilini residenti nel Comune di Mantova 89.500 euro. Il bando sarà aperto dal 4 novembre fino alle ore 12 del 13 dicembre. I nuclei familiari devono presentare la domanda di partecipazione (completa del valore Isee) presso gli uffici dello Sportello Semplice in via Conciliazione 128 dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12.30, e il giovedì dalle 15 alle 16.30 solo su appuntamento.

Le finalità del contributo – ha sottolineato l’assessore alla Casa del Comune di Mantova Nicola Martinellisono di aiutare i nuclei familiari fragili a sostenere l’affitto e a ridurre la morosità. Il contributo può servire anche alla copertura delle spese dei servizi comuni a rimborso dell’anno 2019, comprese le bollette di conguaglio dei servizi sempre emesse nel 2019”.

Ecco i requisiti per partecipare al bando:

  1. i requisiti per accedere al contributo

I nuclei familiari beneficiari del contributo regionale di solidarietà dovranno possedere i seguenti requisiti alla data dell’approvazione del presente Bando:

  1. a) essere assegnatari degli alloggi Sap di proprietà del Comune destinatari delle risorse regionali;
  2. b) possedere un periodo minimo di permanenza negli alloggi Sap, individuabile in 12 mesi dalla data di stipula del contratto di locazione sociale;
  3. c) appartenere alle aree della Protezione e dell’Accesso ai sensi dell’art. 31 della l.r. 27/2009.

Sono esclusi gli assegnatari con un importo di morosità superiore agli 8.000 euro.

  1. le condizioni per accedere al contributo

I nuclei familiari devono presentare domanda dal 04/11/2019 al 13/12/2019, completa del valore Isee, sottoscrivere il “patto di servizio” – allegato alla presente, quale parte integrante e sostanziale – tra Ente proprietario e l’assegnatario con il quale si impegna a:

  • corrispondere le mensilità correnti del canone di locazione a far data dalla sottoscrizione del patto di servizio,
  • mantenere aggiornata la propria posizione anagrafica ed economico-patrimoniale nell’ambito dell’anagrafe utenza;
  • se disoccupato ed in età lavorativa (per i componenti disoccupati dei nuclei familiari beneficiari) attivare un percorso di politica attiva del lavoro, entro 3 mesi dalla data di sottoscrizione del patto di servizio.
  1. l’entità del contributo

E’ stabilita in un importo massimo variabile in funzione dei valori di Isee (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) del nucleo familiare assegnatario e sulla base dell’importo erogato al Comune di Mantova. In particolare è stabilito un contributo massimo, per i nuclei familiari già assegnatari di Sap, che si trovano in una condizione di comprovata difficoltà economica pari a:

  • 2.500 € per i nuclei familiari con un ISEE da zero a 7.000 €
  • 2.000 € per i nuclei familiari con un ISEE da 7.001 € a 9.000 €
  • 1.500 € per i nuclei familiari con un ISEE da 9.001€ a 15.000 €.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.