MANTOVA – Sì al protocollo d’intesa “EAST LOMBARDY” tra i Comuni e le Camere di Commercio di Mantova, Bergamo, Brescia e Cremona

Via libera al protocollo d’intesa per la promozione dell’enogastronomia nella Lombardia Orientale “East Lombardy” tra i Comuni e le Camere di Commercio di Mantova, Bergamo, Brescia e Cremona.

EAST LOMBARDY

Nel 2017 Mantova, insieme alle altre città dell’area orientale della Lombardia ha partecipato al progetto Erg “European Region of Gastronomy” con una esperienza giudicata positivamente per la capacità di valorizzare il territorio lombardo dal punto di vista turistico e gastronomico in partenariato con la Regione Lombardia, i Comuni e le Camere di Commercio dell’area, l’Università degli Studi di Bergamo, ai quali si sono aggiunti altri soggetti del territorio mantovano.

giovanni-buvoli

Erg – ha sottolineato il vice sindaco Giovanni Buvolici ha permesso di valorizzare la gastronomia nel territorio della Lombardia Orientale con una esperienza che ha promosso la filiera della gastronomia e la fruizione di percorsi turistici alla riscoperta della cucina tradizionale e d’autore di questa zona della Lombardia”.

I soggetti promotori – ha aggiunto Buvoli – hanno sviluppato diverse azioni di valorizzazione della tradizione enogastronomica generando attrattività mediante l’integrazione delle risorse turistiche, ricettive, commerciali e quelle della filiera della ristorazione lombarda, qualificando il sistema dell’offerta turistico-commerciale. Pertanto, intendiamo proseguire la collaborazione con lo scopo comune di sostenere il percorso di integrazione per sviluppare la competitività e l’attrattività complessiva dei territori”.

Per consolidare la rete degli operatori aderenti, gestire la comunicazione, rinnovare il sito web e la presenza sulle reti sociali e attività dell’ufficio stampa, partecipare alle fiere e sviluppare i rapporti con compratori internazionali, accrescere la presenza sui portali di esperienze, promuovere eventi e fare formazione il Comune di Mantova ha deciso di contribuire con una quota di partecipazione di 20 mila euro per il 2019 e il 2020.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.