POGGIO RUSCO: Dal 28 dicembre le attività ospitate nell’ex ospedale traslocano in altre sedi

L’obiettivo è quello di garantire la sicurezza di pazienti e operatori, nonché un miglioramento complessivo dei servizi ospitati dall’ex ospedale di Poggio Rusco, in un’ottica di continuità delle cure. Per questi motivi la palazzina di via Massarani – colpita dal terremoto del 2012 – sarà sgomberata il 28 dicembre. Le attività erogate all’interno dell’edificio verranno quindi trasferite in altre sedi.

Conferenza stampa Poggio Rusco.JPG

Il trasloco era già programmato da tempo per garantire gli interventi di adeguamento strutturale in relazione alla normativa antisismica.

Tuttavia, secondo una recente valutazione, i tempi necessari al trasferimento si sono rivelati troppo lunghi rispetto a quelli per garantire la sicurezza e la qualità dei servizi erogati e sono stati quindi accelerati.

La riorganizzazione è stata condivisa da Regione Lombardia, Comune, ASST di Mantova e ATS della Val Padana.

In questo quadro, ASST e Comune hanno definito un accordo che prevede la permuta dell’ex nosocomio poggese con le palazzine che attualmente ospitano gli uffici comunali, in modo tale che nel momento in cui il Comune riattiverà lo storico municipio di piazza 1 Maggio la rete socio-sanitaria locale potrà disporre di nuovi uffici a Poggio Rusco.

Quali sono i servizi al pubblico attivi a Poggio Rusco? Il Consultorio Familiare, aperto 5 giorni alla settimana, eroga prestazioni ginecologiche (visite e pap test) e vanta la presenza di uno psicologo e di un’assistente sociale: proseguirà la sua attività al Consultorio di Ostiglia. Per garantire la continuità del servizio, i pap test verranno effettuati nella sede consultoriale che sarà comunicata tramite invito alle pazienti. A Ostiglia, peraltro, verrà mantenuta e potenziata l’attività del Consultorio Giovani dando continuità anche alle iniziative attivate su Poggio Rusco, in un’ottica di maggiore qualificazione del servizio.

Nell’ex ospedale di Poggio Rusco trova spazio anche il Centro Diurno Integrato per anziani con 18 posti accreditati, 12 dei quali attualmente occupati da utenti. Il servizio, erogato dal Comune grazie a una convenzione con ASST di durata trentennale, sarà trasferito in spazi ricavati all’interno della RSA di Poggio Rusco a partire dal prossimo 2 gennaio. Una collocazione provvisoria che garantirà la copertura dei 12 posti attualmente utilizzati, in attesa che l’amministrazione comunale provveda alla ristrutturazione della palazzina ex ONMI, all’incrocio tra via Trento e Trieste e via Dante Alighieri, grazie all’accordo di programma in via di definizione con Regione Lombardia e ai fondi per la ricostruzione post sisma. Per i restanti 6 posti si procederà ad una verifica della disponibilità alla loro gestione – sino al completamento dei lavori della nuova sede  – da parte delle strutture presenti sul territorio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.