RAGAZZO INDIANO FORNISCE FALSE GENERALITÀ: DENUNCIATO DAI CARABINIERI DI VIADANA

Viadana, 22 aprile – Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Viadana

carabinieri viadana piazza

relativi alle regole imposte sui divieti di movimento al fine di contenere il contagio del coronavirus, che, in base alle norme recentemente introdotte, prevedono ora sanzioni amministrative per i trasgressori.

Un ragazzo indiano domiciliato a Viadana, B.C. classe 1985, è stato fermato nella giornata di ieri dai militari della Stazione di Viadana in una via centrale del paese durante un controllo alla circolazione stradale, e alla domanda dei Carabinieri riguardo alle sue generalità e al suo spostamento non ha fornito risposte facendo capire che non capiva la lingua italiana.

Accompagnato in caserma per ulteriori accertamenti, con l’aiuto di un interprete, scriveva il proprio nome su un foglietto; i militari, insospettiti però dall’atteggiamento hanno preferito andare a fondo, e attraverso gli accertamenti dattiloscopici (impronte digitali) è emerso che il ragazzo è un irregolare sul territorio, con generalità ben diverse da quelle dichiarate.

Inoltre è emerso che il soggetto comprendeva la lingua italiana, ma aveva preferito simulare l’incomprensione sperando di sviare i controlli.

Cosi, al termine degli accertamenti il ragazzo veniva deferito all’Autorità Giudiziaria di Mantova per falsa attestazione a Pubblico Ufficiale, oltre che ricevere un invito di presentazione presso la Questura di Mantova per accertamenti (o per regolarizzare) la posizione sul territorio nazionale.

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Viadana rimane quindi alta e costante sull’intero territorio di competenza al fine di garantire la massima vicinanza al cittadino in questo particolare periodo, procedendo a rigorosi controlli al fine di assicurare che tutti rispettino scrupolosamente le prescrizioni imposte normativamente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.