REDONDESCO, RAPINA 300 EURO AL COLLEGA DI LAVORO MINACCIANDOLO CON UN COLTELLO. ARRESTATO

Redondesco, 20 maggioProficuo ed intenso pomeriggio di lavoro per i Carabinieri delle Stazioni di Piubega, Asola e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castiglione delle Stiviere che ieri pomeriggio hanno rintracciato e proceduto all’arresto di Z.E.A.N. 29enne originario del Marocco e residente a Redondesco, responsabile dei reati di rapina e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere.

coltello per rapina redondesco

Il 29enne, verso le ore 13.20 circa di ieri, in Redondesco, dopo aver minacciato con un coltello un suo collega di lavoro, si impossessava, dopo avergli tagliato la tasca del giubbino, della somma in contante di trecento euro dileguandosi poi a piedi per le vie del centro abitato.

CARABINIERI REDONDESCO

I Carabinieri, tempestivamente intervenuti a seguito di segnalazione della stessa vittima, dopo una speditiva attività d’indagine, riuscivano a bloccare il malvivente che si era rifugiato nella propria abitazione poco distante dal luogo della rapina. I militari, a seguito di perquisizione, rinvenivano l’arma usata, un coltello delle dimensioni complessive di trenta centimetri, e tutto il denaro asportato.

Il coltello è stato sequestrato per poi essere deposito presso l’ufficio corpi di reato della competente Autorità Giudiziaria mentre il denaro è stato restituito al legittimo proprietario.

L’arrestato è stato tradotto presso il carcere Carlo Poma di Mantova e dovrà ora rispondere al Giudice del Tribunale per i reati di rapina e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere.  

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.