RIMBORSI COVID-19: APAM OFFRE ULTERIORI OPPORTUNITÀ DI RIMBORSO: Confermata la capienza dei bus all’80%

Mantova, 3 settembre – Nel corso della Conferenza Unificata Stato-Regioni, svoltasi nella giornata di ieri, è stato raggiunto l’accordo in merito alla questione del trasporto pubblico locale, concernente la definizione delle nuove capienze dei bus in vista dell’imminente ripresa scolastica: i dettagli sono ancora da definire ma, in linea generale, viene innalzata la percentuale di occupazione consentita sui mezzi pubblici sino all’80%, una buona notizia per tutti in quanto, tale maggior capienza consentirà di garantire la fruizione del servizio di trasporto da parte del maggior numero possibile di utenti.

Necessario precisare che per le linee a più alta frequentazione si provvederà ad integrare il servizio con corse di rinforzo (come già avvenuto negli scorsi anni, ad implementazione delle corse di quelle linee che non raggiungevano la capienza dell’80%).

Questo, unitamente al fatto che molti istituti scolastici prevedono di adottare orari di ingresso differenziati, consentendo pertanto una migliore distribuzione numerica degli studenti in fasce orarie diverse di inizio e fine delle lezioni, rende lo scenario meno critico di quanto inizialmente prospettato.

A seguito dei punti fermi raggiunti a seguito dell’Accordo sopra citato, Apam provvederà solertemente a ultimare la programmazione del servizio, avendo cura di pubblicare sul sito http://www.apam.it e attraverso tutti i consueti canali gli orari che entreranno in vigore a partire da lunedì 14 settembre 2020.

Sin dai primi giorni di avvio delle scuole, l’impegno di APAM, ancora di più rispetto a quanto già attuato gli scorsi anni, sarà quello di effettuare un attento monitoraggio sul campo in modo da verificare le effettive esigenze di trasporto e adattare di conseguenza il servizio.

D’altra parte, viene richiesta agli utenti la massima collaborazione rispetto all’osservanza delle regole previste affinchè il servizio possa svolgersi in sicurezza, ovvero mascherina sempre correttamente indossata, modalità di salita e discesa ordinata al fine di evitare contatti ravvicinati, e rispetto delle indicazioni concernenti il numero di passeggeri massimo trasportabile, attentamente verificato dagli autisti e dal personale di controllo che opereranno presso i principali plessi scolastici.

L’aumento della percentuale di capienza sui mezzi, ha consentito ad APAM di vagliare ulteriori soluzioni per sciogliere la questione spinosa riguardante le opportunità di rimborso dei titoli di viaggio non fruiti nel corso del periodo di lockdown.

Si ricorda che già dal 24 luglio APAM ha applicato quanto previsto dal D.L. n. 34/2020 (c.d.”Decreto Rilancio” poi convertito in Legge 77/2020) applicando condizioni addizionali migliorative a tutela dell’utenza, nello specifico:

  • se il Decreto prevedeva il rimborso limitatamente ai soli due mesi di lockdown, APAM ha considerato per il conteggio dei rimborsi n. 71 gg contro i 60 gg normativamente previsti, ovvero tutto il periodo di chiusura decorrente dall’8 marzo sino al 17 maggio 2020;
  • APAM ha inoltre previsto, in aggiunta al valore del voucher già contemplato dalla norma, un ulteriore sconto aggiuntivo da applicarsi a favore dei sottoscrittori di un abbonamento annuale, quale premialità da applicarsi ai clienti fidelizzati, al fine di incentivare la scelta di un titolo di lunga durata considerata la maggior convenienza.

A tali previsioni, APAM aggiunge alla propria offerta due ulteriori importanti opportunità, le quali sono state oggetto di attenta valutazione e analisi:

  1. la possibilità di spendere il voucher ottenuto per il possesso di un abbonamento annuale anche per l’acquisto di mensili, in modo che coloro che non vogliono impegnarsi con un acquisto oneroso fin da subito, o che comunque preferiscono spalmare la spesa su più mesi, possano ugualmente beneficiare dello sconto accordato con il voucher. Il valore del voucher verrà diluito su 6 mensilità, e sarà spendibile per acquisti effettuati nei successivi 12 mesi dall’emissione dello stesso.
  2. la possibilità di spendere il voucher ottenuto per il possesso di un abbonamento annuale anche per l’acquisto di mensili, in modo che coloro che non vogliono impegnarsi con un acquisto oneroso fin da subito, o che comunque preferiscono spalmare la spesa su più mesi, possano ugualmente beneficiare dello sconto accordato con il voucher. Il valore del voucher verrà diluito su 6 mensilità, e sarà spendibile per acquisti effettuati nei successivi 12 mesi dall’emissione dello stesso.

Innanzitutto preme precisare che tutti coloro che hanno già richiesto il voucher tramite la procedura online non devono assolutamente ripeterla perché già valida.

Ad ogni richiesta di voucher, se compilata online correttamente, viene immediatamente data conferma della presa in carico; essa dovrà successivamente essere verificata e validata degli operatori e verrà resa disponibile dopo circa una decina di giorni all’interno dello shop online. Per chi vuole convertire l’abbonamento annuale in più rinnovi mensili, già a partire dal mese di settembre, sarà possibile recarsi per l’acquisto presso l’APAM Infopoint di piazza Cavallotti, a partire da martedì 8 settembre.

Per le prossime mensilità l’azienda sta studiando soluzioni per permettere il rinnovo online dell’abbonamento mensile evitando di recarsi personalmente in Infopoint.

Si ricorda che non è necessario attendere in fila in Infopoint: basta consultare l’apposita sezione sul sito http://www.apam.it e avere una via di accesso preferenziale prenotando il proprio appuntamento sia da pc che da smartphone.

Importante infine sottolineare quanto rimanga una soluzione maggiormente conveniente sottoscrivere l’abbonamento annuale online per poter beneficiare dell’ulteriore sconto offerto da APAM.

L’auspicio di APAM è che, con l’introduzione di tali novità, l’anno scolastico possa iniziare in modo sicuro e tranquillo per tutti, mediante l’offerta di un servizio di trasporto regolare ed adeguato, garantendo nuove opportunità di acquisto e rinnovo dei titoli di viaggio che possano rispondere alle varie e diverse esigenze.

Si noti che quanto sopra riportato ha comportato un ragguardevole impegno da parte di APAM, sia a livello gestionale che economico, in quanto tutto ciò che non rientra strettamente nelle disposizioni indicate all’interno del Decreto Rilancio è da considerarsi a totale carico dell’Azienda.

Ciò nonostante, APAM ha voluto compiere questo ulteriore sforzo proprio con l’intento di andare incontro al massimo alle esigenze propria utenza, al fine di facilitare la ripartenza per tutti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.