NUOVO “FURBETTO” TENTA L’ESAME DELLA PATENTE CON DISPOSITIVI NASCOSTI. DENUNCIATO DAI CARABINIERI

MANTOVA – I Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno denunciato A.A.A., ganese nato nel 1985, poiché ritenuto responsabile di truffa aggravata per il conseguimento della patente di guida e falsità ideologia commessa da privato in atto pubblico.

Microcamera, microauricolare color carne, cavi e nastri adesivi sul torace e sulla coscia: questa la situazione constatata dai Carabinieri che, al termine dell’esame scritto consistente nel test a risposta multipla, su input della commissione, hanno perquisito l’uomo.

Analoga situazione era accaduta circa 10 giorni prima con un cittadino del Gambia, ma in questa circostanza è stato altresì necessario trasportare l’ingegnoso, ma poco furbo, autore presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Mantova. Infatti per estrapolare l’auricolare è stato necessario coinvolgere i medici in quanto era talmente piccolo che si è incastrato!

Se solo avesse letto i giornali probabilmente avrebbe passato più tempo sui libri per superare l’esame regolarmente.

Anche per lui è scattata la denuncia penale alla Procura della Repubblica di Mantova ed il sequestro dei vari materiali tecnologici rinvenuti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.