ALCOL E GUIDA: I CARABINIERI DI ASOLA IMPEGNATI IN ATTIVITA’ PREVENTIVA E REPRESSIVA

ASOLA – Oggi, venerdì 16 ottobre, i militari del Comando Stazione di Asola, al termine di mirati accertamenti tecnici su liquidi biologici, deferivano a P.L. alla Procura della Repubblica di Mantova un cittadino albanese in quanto, all’atto dell’accertamento, è risultato essere alla guida di un veicolo con tasso alcolemico parti a 2.51 G.L.

Era la sera del 22 agosto 2020 quando i militari dell’Arma di Asola, durante un servizio perlustrativo intervenivano in una via del contro storico Asolano ove un giovane, in sella ad una moto, dopo aver perso il controllo del mezzo, si ribaltava al suolo, danneggiando diverse autovetture in sosta. In quel frangente, il conducente del ciclomotore indossava un casto non a norma e peraltro slacciato. La caduta al suolo gli costava un ricovero in terapia intensiva presso il P.S. di Cremona dove grazie al tempestivo intervento de Sanitari del 118, non gli causava danni permanenti.

Come da prassi i Carabinieri intervenuti, dopo aver rilevato il sinistro stradale, richiedevano ai sanitari l’accertamento tecnico sulle urine e sul sangue del soggetto coinvolto.

Ottenute le risultanze e notificate al trasgressore, veniva segnalato all’A.G. per la violazione dell’art. 186 c.2 lettera C. del Codice della Strada – Guida in stato di ebbrezza alcolica a seguito si sinistro stradale– AGGRAVATO dall’art. 61 c.1 nr. 11 del codice Penale  – in quanto all’atto della commissione del delitto – NON COLPOSO – il giovane era sottoposto a misura “Alternativa alla detenzione”.

La normativa in questi casi prevede altresì che il mezzo venga sottoposto a fermo amministrativo per mesi tre ma i militari non hanno potuto procede in quanto il ciclomotore a seguito del sinistro stradale è andato distrutto e rottamato.

I carabinieri invitano a usare prudenza alla guida e a non circolare “al volante” di veicoli dopo aver abusato di sostanze alcoliche. La prevenzione salava la Vita.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.