APERTO IL 2° BANDO PER ACCEDERE AI CONTRIBUTI PER IL MANTENIMENTO DELL’ALLOGGIO IN LOCAZIONE SUL MERCATO PRIVATO

MARMIROLO – È aperto  il secondo bando per accedere ai contributi per il mantenimento dell’alloggio in locazione sul mercato privato.

L’iniziativa, promossa dal Comune di Marmirolo utilizzando i fondi messi a disposizione dalla Regione, è indirizzata in via prioritaria ai nuclei familiari in difficoltà economiche o in condizioni di particolare vulnerabilità a seguito della situazione di emergenza sanitaria determinata dal Covid-19 nell’anno 2020 che non sono in grado di fare fronte al pagamento del canone di locazione sul mercato libero.

È possibile fare richiesta fino a un massimo di 1.500 euro per nucleo o in alternativa per un massimo di quattro mensilità.

Si tratta del secondo bando di contributi pubblicato dal Comune di Marmirolo per il mantenimento dell’alloggio sul mercato privato: il primo era stato attivato lo scorso maggio. Va specificato che chi aveva partecipato al primo bando, ottenendo in quella circostanza i contributi, non potrà partecipare a questo secondo bando.

È possibile presentare le domande entro e non oltre le ore 12:00 del 30 novembre 2020. La via preferenziale per inviarle è tramite email all’indirizzo: protocollo@comune.marmirolo.mn.it. È possibile chiedere informazioni sul bando telefonando ai seguenti numeri: 0376.298539 – 0376.298541 – 0376.298515 nei giorni di apertura dei servizi. Il modulo di domanda è scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Marmirolo. In alternativa è possibile ritirarlo in cartaceo nell’espositore situato davanti all’ingresso del municipio. Vista l’emergenza sanitaria in atto, è necessario – pena la non accettazione dell’istanza – che il cittadino presenti il modulo di domanda già compilato e completo dei dati richiesti in ogni sua parte.

I requisiti di partecipazione sono: residenza nel Comune di Marmirolo; cittadinanza italiana, appartenenza a uno Stato membro UE, appartenenza a uno Stato estero in possesso di regolare permesso di soggiorno; non essere soggetti a procedure di sfratto; non essere proprietario di alloggio adeguato in Regione Lombardia; valore Isee non superiore a 26.000,00 euro; titolarità di un contratto di locazione di unità immobiliare a uso abitativo, regolarmente registrato; residenza nell’alloggio da almeno un anno dalla data di presentazione della domanda.

Sono esclusi: soggetti che hanno già beneficiato della misura regionale nel precedente bando; soggetti titolari di alloggio S.A.P. (Servizi Abitativi Pubblici) di proprietà comunale o Aler; nuclei dove un componente sia titolare di diritto di proprietà, usufrutto o uso abitazione in Regione Lombardia o altro immobile fruibile e adeguato al nucleo familiare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.