GIORNATA MONDIALE DEL TEATRO: DICHIARAZIONE DI GIUSEPPE ROMANETTI, DIRETTORE DEL TEATRO COMUNALE DI CASALMAGGIORE

Alla dichiarazione si unisce anche la regista palermitana Emma Dante

Il 27 Marzo si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Teatro – scrive Giuseppe Romanetti, direttore del Teatro Comunale di Casalmaggiore -. Abbiamo per molto tempo sperato di festeggiarla a teatri aperti invece siamo ancora a dirci che dobbiamo resistere. L’unico modo – per citare Jacques Derrida – che dà senso all’esistere, teatralmente parlando, senza abbandonarsi a facili soluzioni e compromessi, come lo streaming, la comunicazione veloce, il desiderio omologante del qui-subito-ora, che è solo apparenza e facile consenso.

Strumenti agili e abili nella trasformazione delle credenze e degli immaginari collettivi, potenti e pervasivi come la televisione e Internet. Siamo consci che non è più tra i luoghi preminenti di formazione dell’immaginario, ma siamo tuttavia certi che Teatro ha la singolare caratteristica di rendere possibile un’uscita dalla realtà per proporre interrogativi e turbamenti, un luogo di passione e condivisione in grado di restituirci una nuova visione della realtà.

A coloro che pongono la domanda su quale sia la funzione del teatro, ora che non è più un rito collettivo, rispondo che la domanda è antica e forse non possediamo ancora risposte certe, ma di sicuro uno dei destini del teatro è il pensiero, muovere le idee, praticare il rischio, seguire traiettorie atipiche, frequentare territori e ambiti sconosciuti. Allora speriamo che la prossima riapertura dei teatri non consista in una banale ripresa di una routine ma una vera epifania per il teatro.

In questa Giornata ci è vicini, con un suo messaggio, una grande artista e cara amica del Teatro Comunale, la regista palermitana Emma Dante: «A Casalmaggiore torneremo più forti e appassionati di prima, quando sarà possibile ritorneremo e sarà una festa. Intanto stringiamoci più forti in occasione di questa Giornata Mondiale del Teatro perché arrivi forte e chiaro il nostro bisogno di vivere. Senza teatro si sopravvive e noi vogliamo vivere. Un abbraccio da Emma Dante e Compagnia Sud Costa Occidentale»

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.