MANTOVA – A PALAZZO TE “DANTE, PER NOSTRA FORTUNA”

L’ultima opera del regista e attore Massimiliano Finazzer Flory. Dal 29 aprile 2021 nello Spazio Te la proiezione del film per i visitatori del Museo e il 17 luglio 2021 il reading nel Cortile d’Onore

Nell’ambito delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, Fondazione Palazzo Te presenta il film “Dante, per nostra fortuna”, l’ultima opera del regista e attore Massimiliano Finazzer Flory, visibile da giovedì 29 aprile 2021 allo Spazio Te per i visitatori del Museo.

Il film racconta in ventisette minuti la Divina Commedia attraverso la danza contemporanea e la metafora del teatro. Declinati con lo sguardo di un Dante bambino innamorato della lettura, i ventuno canti più significativi vengono interpretati dal movimento di danzatrici e danzatori con le coreografie di Michela Lucenti, accompagnati dalla voce fuori campo di Finazzer Flory e Angelica Cacciapaglia, ora in prosa, ora in versi. La colonna sonora, composta da Raffaele Inno e Adriano Bassi, si ispira alle atmosfere delle cantiche per restituire il senso del viaggio dantesco. Le scenografie digitali sono tratte dalle illustrazioni di Gustave Doré.

L’opera, prodotta da Movie&Theater, si apre con una esplicita indicazione del regista che cita come chiave di lettura del film lo stesso Dante: “Aguzza qui, lettor ben li occhi al vero ché ‘l velo è ora ben tanto sottile, certo che ‘l trapassar dentro è leggero”. La scelta di Finazzer Flory è di affidare all’innocenza di un bambino la lettura della Divina Commedia per riflettere intorno al tema della visione, delle immagini psichiche che ci abitano. Chi di noi pensando alla Divina Commedia non vede davanti ai propri occhi immagini dell’Inferno? Chi di noi leggendo Dante non ha visioni e forse allucinazioni? Eppure Dante non ha disegnato nulla.

“Nel film – racconta il regista – il teatro come luogo fisico diventa la grande metafora del Dante pensiero. Dipende da noi come attraversare il palcoscenico della vita, ma alla fine il sipario si apre e il giudizio avverrà”.  L’opera offre anche l’occasione per sottolineare come il cinema d’arte, che vede Massimiliano Finazzer Flory pioniere di un’estetica, abbia un linguaggio universale e sia un messaggio di salvezza per l’umanità.

In Italia è stato presentato a Ravenna il 25 marzo 2021, il giorno di Dantedì, e all’estero, grazie agli Istituti Italiani di Cultura e alle Ambasciate, a Mosca, Manila, Hong Kong, Malta, Buenos Aires, Santo Domingo, Oslo, Tel Aviv, Miami.

La proiezione allo Spazio Te del film è il primo evento della programmazione dedicata a Dante promossa da Fondazione Palazzo Te. Il 17 luglio 2021 il Museo ospiterà una tappa della tournée del reading “Dante, per nostra fortuna”. Lo spettacolo, in programma alle ore 19.30 nel Cortile d’Onore, sarà un’occasione – racconta Finazzer Flory – “per superare l’inferno (del Covid) e approdare a quell’amore che move il sole e l’altre stelle”.

www.fondazionepalazzote.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.