PIANO MANTOVA: SOSPESI FINO AL 31 LUGLIO I CANONI DELLE ATTIVITÀ CHE OPERANO NEGLI IMMOBILI COMUNALI

La misura si rivolge ad associazioni di volontariato, ricreative, culturali, chioschi stagionali e attività di somministrazione di alimenti e bevande

L’Amministrazione comunale di Mantova, in attesa di valutare l’entità economica delle limitazioni imposte dal perdurare dell’epidemia e decidere la quantificazione e le modalità di erogazione di eventuali sgravi o riduzioni dei canoni, concede dal 1° gennaio 2021 sino al 31 luglio 2021 una sospensione temporanea dei termini per il pagamento dei canoni di locazione e concessione. La data del 31 luglio coincide infatti con la proroga dello stato di emergenza connesso all’emergenza sanitaria Covid-19 deliberata dal Consiglio dei Ministri.

La sospensione decisa dalla Giunta mercoledì 19 maggio si applica a tutti i soggetti che operano nel Comune di Mantova e che siano assegnatari di immobili comunali in locazione o in concessione.

Tale provvedimento è a beneficio in particolare delle associazioni di volontariato, ricreative, culturali, chioschi stagionali e attività di somministrazione di alimenti e bevande operanti in locali di proprietà del Comune di Mantova.

“In questa fase l’assenza di liquidità rappresenta, per le attività economiche e non solo, un problema rilevante – ha commentato il vicesindaco Giovanni Buvoli -, per questo molte delle nostre misure previste nel Piano Mantova, questa ne è un esempio, hanno l’obiettivo di alleggerire dai costi fissi le attività permettendo loro una più efficiente gestione della liquidità. Inoltre, in attesa di comprendere quali saranno effettivamente gli interventi del Governo e quindi definire i nostri interventi di esenzione o riduzione dei canoni, abbiamo sospeso il pagamento”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.