UE. L’ONORVOLE BARONI PRESENTA INTERROGAZIONE AL MINISTERO POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI SU DEALCOLIZZAZIONE DEL VINO

“In sede europea è in discussione la riforma della PAC: la Commissione UE, in seguito ad alcune modifiche delle pratiche enologiche adottate dall’Organizzazione Internazionale della Vite e del Vino, ha proposto che nel processo di de-alcolizzazione totale o parziale del vino, anche IGP e DOP, si possa riutilizzare l’acqua della stessa de-alcolizzazione. La Commissione dovrebbe però fare chiarezza sui modi di produzione, denominazione e commercializzazione di questi specifici prodotti posti in commercio, che non sono vini. Informazioni che dovrebbero essere ben evidenziate nelle etichette per dare informazioni non ingannatorie ai consumatori.

I vini de-alcolati dovrebbero essere classificati in modo distinto dal vino ‘vero’, per tutelare una eccellenza alimentare Made in Italy e, di conseguenza, anche la nostra economia. Ricordo infatti che il settore vitivinicolo è molto importante per il nostro Paese: l’Italia è il maggior produttore mondiale di vino ed il secondo Paese esportatore.  Per avere chiarimenti, oggi ho presentato una interrogazione scritta al sottosegretario di Stato al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, on. Gian Marco Centinaio, anche a sostegno dell’atto ispettivo presentato da Forza Italia alla Commissione dell’Unione Europea a firma Antonio Tajani (PPE), Isabella Adinolfi (PPE), Andrea Caroppo (PPE), Salvatore De Meo (PPE), Fulvio Martusciello (PPE), Giuseppe Milazzo (PPE), Aldo Patriciello (PPE), Massimiliano Salini (PPE). Ringrazio il sottosegretario Centinaio che in risposta ad un mio post su Twitter ha lodato questa mia iniziativa e si è dichiarato “felice di rispondere all’interrogazione.” 

Lo scrive in una nota il deputato mantovano Anna Lisa Baroni, componente della Commissione Agricoltura. “Un atto – ha sottolineato la deputata azzurra – frutto della collaborazione con l’avv. Roberta Gaburri, responsabile del dipartimento agricoltura di Forza Italia Mantova, che ha fornito la documentazione necessaria dopo aver ascoltato e discusso con le categorie agricole coinvolte”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.