Il Museo MAXXI acquisisce “L’INFERNO DI DANTE” di VALENTINA VANNICOLA, che entra nelle Collezioni di Fotografia e parte per un tour internazionale

la gallerista e critico d’arte Maria Livia Brunelli titolare della MLB home gallery di Ferrara e Porto Cervo comunica che fino al 26 settembre 2021 la nostra artista, Valentina Vannicola, è in mostra al prestigioso museo MAXXI di Roma, con la serie completa “L’Inferno di Dante” che è entrata interamente a far parte della Collezione di Fotografia del Museo. Un traguardo che ci riempie di felicità e orgoglio, anche perché questa è la terza di una consolidata collaborazione con il museo romano. Dichiara Maria Livia Brunelli.

Valentina Vannicola – #15 Canto XXIX. Canto VIII. Bolgia X. Falsari. Maestro Adamo

La serie, composta da quindici immagini di grande impatto e raffinatezza, frutto di un meticoloso lavoro di studio e di Staged Photography durato più di un anno e iniziato quando l’artista aveva solo 26 anni, sarà dal 12 settembre esposta alla MLB home gallery a Ferrara e prossimamente presentata presso diversi Istituti Italiani di Cultura del mondo in occasione delle celebrazioni per il Settecentesimo Anniversario della morte di Dante Alighieri, autore di un incredibile testo letterario che parla di una crisi personale e della relativa rinascita che almeno una volta nella vita tutti noi abbiamo dovuto affrontare confrontandoci con le nostre insicurezze e con il nostro senso di spiritualità.

Ecco qui di seguito alcune informazioni sulle opere e relative i costi, di cui rimangono pochi esemplari perché tre edizioni complete sono state riservate per collezioni museali italiane ed estere.

Nella serie fotografica non sono presenti né Dante, né Virgilio né Beatrice: le scenografie realizzate dall’artista attualizzano alcuni dei personaggi e dei momenti simbolici del poema, come ad esempio il falsario Maestro Adamo circondato da bicchieri che rappresentano i mille ruscelli del Casentino dove lui falsificò i fiorini (impersonificato dal bidello della scuola media dell’artista).

“Un racconto sintetico, serrato, ma anche sottilmente simbolico, che interpreta le parole di Dante come fossero una sceneggiatura e le restituiscono in forma di immagini. 

In occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante il Museo presenta L’Inferno di Dante di Valentina Vannicola, progetto che entra quest’anno nelle Collezioni di Fotografia del museo MAXXI di Roma.

Dall’ingresso attraverso la porta dell’Inferno, passando per le anime dei dannati in attesa sulle rive dell’Acheronte, quelle dei sospesi nel limbo, quelle dei simoniaci, condannati a essere capovolti nella terra, e ancora il corpo solo vegetale dei suicidi e le anime trascinate dalla bufera di Paolo e Francesca, l’autrice ci conduce in un viaggio immaginifico attraverso i Cerchi dell’Inferno.

Ambientate nelle campagne intorno a Tolfa (Roma), luogo d’origine dell’artista, le fotografie sono state realizzate coinvolgendo come attori gli stessi abitanti. Protagonista, al pari dell’azione, è il brullo paesaggio della maremma laziale che, con le infinite tonalità di ocra, marrone, argento, bronzo, oro, conferisce alle immagini un preciso significato emotivo e progettuale.

Nel lavoro di Valentina Vannicola, riconducibile al genere della staged photography, la componente letteraria funziona come traccia da seguire, approfondire e reinterpretare: è una sorta di input per avviare un processo inventivo libero e personale che conduce alla visualizzazione di un’immagine che prende forma in prima battuta in un bozzettoL’immagine viene poi concretizzata nello scatto finale, risultato di un complesso lavoro di produzione in cui l’autrice assume il ruolo di sceneggiatrice, costumista, regista, oltre che fotografa.
La continuità tonale, la sequenza rigorosa e le inquadrature meticolosamente studiate costruiscono un racconto sintetico, serrato, ma anche potentemente immaginifico e carico di rimandi simbolici, capace di reinterpretare in chiave contemporanea e corale una delle opere più “visive” della storia della letteratura.” (Simona Antonacci, curatrice)

La gallerista Maria Livia Brunelli ti aspetta a Roma per una visita guidata con Valentina, ricordandoti che la personale dell’artista a Ferrara riaprirà il 1° settembre mentre dal 1° luglio al 31 agosto potrai trovare presso la sede di Porto Cervo le artiste Anna Di ProsperoSimona Ghizzoni e Valentina Vannicola.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.