RIVALTA SUL MINCIO – L’ASSOCIAZIONE SOS METAL DETECTOR A CACCIA DI OGGETTI SMARRITI DAI CITTADINI

Sos Metal Detector anche nel mantovano operano una trentina di esperti nel ritrovamento di oggetti di vario genere con lo strumento del metal detector.

Si è conclusa tra l’entusiasmo generale, sia dei promotori sia dei protagonisti, l’ispezione compiuta nell’area verde del centro sportivo Il Pero di Rivalta sul Mincio.

Nei giorni scorsi, infatti, alcune esperti dell’associazione Sos Metal Detector guidati dal coordinatore provinciale Roberto Anselmi hanno effettuato con il loro strumenti un controllo in tutti gli spazi del noto ritrovo rivierasco.

L’esito di questa ispezione, avvenuta nei giorni scorsi, si è rivelato assai significativo, molti sono stati gli oggetti ritrovati grazie all’uso del metal detector; oggetti che gli utenti hanno perso nel corso delle varie stagioni estive e che non si era riusciti a recuperare senza questo strumento.

Gli esperti dell’Sos Metal Detector Mantova, una trentina circa di persone debitamente attrezzate e residenti in tutti i territori della provincia virgiliana, da tempo sono impegnati in azioni di ricerca tanto nei parchi pubblici quanto nelle aree verdi private.

In ogni uscita compiuta in questi anni gli oggetti ritrovati hanno permesso a coloro che li hanno persi di tornarne in possesso.

Lo scorso anno, ad esempio, l’ispezione compiuta da Roberto Anselmi e i suoi collaboratori nell’area verde della piscina di Marsiletti, l’Acqua Blu, ha sortito un risultato assai gratificante e soprattutto a fatto comprendere non solo al titolare dell’impianto sportivo l’importanza del ruolo che viene svolto da questi volontari.

Altro momento che ha sottolineato quanto il servizio proposto abbia una sua valenza è stato la giornata promozionale vissuta in un piccolo paesino del varesotto dove attraverso una simpatica “caccia al tesoro”, che ha coinvolto soprattutto i bimbi e le bimbe del posto, si è potuto toccare con mano quanto sia possibile recuperare grazie all’intervento di questi esperti con il loro metal detector.

In un altro caso una persona li ha contattati perché aveva perso un oggetto di grande valore affettivo. Grazie all’ispezione compiuta l’oggetto è stato ritrovato con grande gioia del proprietario.

Alla luce delle esperienze fatte e grazie agli strumenti a loro disposizione il gruppo coordinato da Roberto Anselmi, che fa riferimento alla sede nazionale posta in Abruzzo e presieduta da Luciano Diletti, si sente pronto per porsi al fianco delle amministrazioni locali per una costante opera di “pulizia” nelle aree verdi pubbliche di oggetti di vario genere.

Ovviamente il servizio d’ispezione viene proposto, su richiesta, anche ai privati; per questo si ricorda il numero di telefono per contattare Roberto Anselmi per ogni evenienza: 338 3157128.

Paolo Biondo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.