“VIGILE” il contenitore per la raccolta differenziata arriva nelle scuole di SAN GIORGIO-BIGARELLO

L’Amministrazione Comunale di San Giorgio Bigarello, nel sostenere, nei confronti degli alunni, azioni di sensibilizzazione per il rispetto dell’ambiente, ha acquistato, con il sostegno di Tea, un contenitore in legno per la raccolta differenziata dei rifiuti carta, plastica e indifferenziato. 

Nella foto il Presidente di Tea, Massimiliano Ghizzi – l’Assessore all’Istruzione di San Giorgio Bigarello, Patrizia Modena e Clarissa Migliore, insegnante e coordinatrice di plesso

Posizionato nei cortili delle scuole primarie  Rita Levi Montalcini e Cristina Trivulzio di Belgiojoso, il simpatico e accattivante manufatto ha l’obiettivo di catturare l’attenzione dei bambini e di avvicinarli alla buona pratica di differenziare i rifiuti, in questo caso durante il momento della ricreazione all’aperto.

Per spiegare l’uso corretto del contenitore portarifiuti e rinforzare il concetto che “ogni rifiuto ha il suo posto” sono stati programmati con Mantova Ambiente, brevi attività laboratoriali nelle classi.

All’iniziativa di presentazione di oggi, giovedì 10 marzo, erano presenti l’assessore all’istruzione Patrizia Modena, l’assessore all’Ambiente Barbara Chilesi e il presidente di Tea, Massimiliano Ghizzi.

“Un’altra piccola azione per sensibilizzare i nostri alunni al rispetto per l’ambiente – spiega Barbara Chilesi – Dopo la distribuzione delle borracce, sempre in collaborazione con Tea, per ridurre la produzione di plastica e la programmazione di numerosi laboratori di educazione ambientale inseriti nel Piano di diritto allo studio, ora la presenza del contenitore “Vigile” vuole rappresentare un ulteriore elemento simbolico, ma anche pratico, che vuole aiutare i bambini a differenziare in modo corretto.”

“E’ un’opportunità importante per i ragazzi  – spiega Massimiliani Ghizzi, presidente del Gruppo Tea – avere la possibilità di separare correttamente i rifiuti anche durante i momenti di svago, contribuendo al riciclo dei materiali. L’auspicio è che questa buona pratica prosegua anche a casa o in palestra”. 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.