ANDREA CRESPI, WARO, SVCCY: 3 nuovi artisti internazionali espongono alla ZANINI ARTE

La Zanini Arte è pronta a scoprire i 3 talent internazionali del momento, ovvero, ANDREA CRESPI, WARO, SVCCY.

Le opere d’arte sono visibili nella sede della Galleria che si trova in via Virgilio 7 a San Benedetto Po, https://goo.gl/maps/dXEoXwPErLS2mBHj8; oppure, in fiera BOOMing a Bologna dal 12 al 15 maggio 2022.

Accomunati da un’incessante voglia di novità, di creare qualcosa di unico, di esplorare nuovi universi artistici. Questi artisti italiani si stanno facendo conoscere a livello internazionale per le loro opere fisiche e sperimentazioni in campo digitale attraverso gli NFT.

ANDREA CRESPI con la sua ricerca vuole scavare all’interno dell’identità, come strumento di percezione e di analisi della bellezza. Con una texture optical unica e super riconoscibile sovverte la classicità in chiave pop erotica.

VENERE ITALICA

Andrea Crespi vive e lavora tra Lugano e Milano.

Dopo una laurea in Design del prodotto industriale allo IED di Milano ha iniziato la sua carriera lavorativa nel mondo della comunicazione delle arti visive come Art Director. 

Andrea Crespi è un’artista che ama sperimentare, attraversa una costante ricerca di media differenti, da quelli più fisici, tradizionali come gli acrilici, l’olio a quelli digitali che l’hanno portato ad un affermazione nel panorama internazionale della cryptoart con opere NFT. Il suo stile riconoscibile è una nuova chiave pop dell’arte optical. Soggetti classici tradizionali rivisitati in chiave contemporanea del proprio tempo. Una forte componente erotica nelle seducenti linee dei corpi femminili che si mescolano alle linee optical bianche e nere iconiche della mano di Andrea Crespi. Un’interpretazione dei cambiamenti culturali attraverso l’innovazione del suo stile. 

DISCOBOLO

La ricerca di Andrea Crespi  vuole andare scavare all’interno dell’identità, come strumento di percezione e di analisi della bellezza, che a volte si manifesta come intimo, personale ed erotico ritratto di sé stessa.

Coinvolto in numerose collaborazioni per celebri brand di moda non perde occasione per sostenere importanti cause sociali.

“Per l’artista il concetto di arte non può avere una definizione univoca, chiusa e immutabile. L’arte infatti, secondo Andrea, si può manifestare in tanti modi; è la possibilità di provare ancora meraviglia, è il modo più elegante di fare domande scomode, è bellezza e verità.

Andrea afferma di trovarsi estremamente a suo agio con la tecnologia, vedendola quasi come un prolungamento di sé. L’artista non vede come un limite l’uso di strumenti diversi rispetto a quelli utilizzati dai grandi maestri del passato. L’arte digitale è il suo habitat naturale, il suo punto di partenza e non di arrivo.” 

WARO, artista del Caos Calmo, trae la sua instancabile energia dal dinamismo delle metropoli nelle quali si immerge per creare. La sua linea incessante codifica una nuova ricerca grafica e artistica internazionale.

City at night

Warø è nato a Varese. Fin da bambino ha sviluppato un viscerale amore per l’arte ispirandosi alle leggende della pop art come Keith Haring e Andy Warhol. Lo stile di Warø’s è unico, uno spaccato moderno tra grafica e pittura. 

Iniziò il suo cammino nell’arte nel 2018. Warø sperimenta continuamente nuove forme di disegno e respirando la sua creatività, per fare della sua passione una quotidianità.

Nel 2019, in cerca di ispirazione e confronto a più ampio respiro si trasferì a New York City, dove, in un incontro di fortuna conobbe Maurizio Marchiori, fondatore di Emme Emme, Inc. che si appassionò immediatamente del suo progetto artistico e divenne suo mentore e supportò i suoi sforzi.

L’ispirazione di Warø arriva dalle grandi metropoli, New York e Milano. L’energia che si diffonde nelle grandi città lo anima e lo motiva. è dove regna il caos che ritrova un’armonia sospesa. Linee infinite si intrecciano, senza quasi mai staccare il pennarello dal foglio o il pennello dalla tela, i livelli si mescolano prendendo dimensionalità, e nel continuo cambiamento si ritrovano degli elementi costanti che popolano la superficie, dando vita ad un caos calmo. Ogni pezzo è un processo creativo dal gesto unico, continuo, immediato, lineare. Un processo organico senza istruzioni, generato dal disegno stesso che, in maniera spontanea trascina la mano verso una nuova creazione unica ed eccezionale attraverso pennarelli, pittura, tela e legno.

Collapse

I lavori di Warø hanno attratto immediatamente l’interesse di collezionisti, gallerie e musei. L’artista, con i propri team di New York City e Milan, è costantemente al lavoro per dare libero sfogo alla propria creatività, in un processo senza limiti. 

Dal 2022 collabora con la galleria Zanini Arte attraverso numerose fiere e un suo spazio nella galleria permanente.

“Sono stanco di essere felice per le cose fatte dagli altri”

SVCCY, con uno sguardo tra classicità e futuro, si ispira alla corrente Vapowave e la amplifica con un’eccezionale maestria dei nuovi media. Le sue immagini riflettono la condizione umana nella società di oggi a livello profondo.

Beach cabins

Matteo Succi in arte Svccy, è un digital artist e graphic designer italiano. 

La passione per l’arte visuale è iniziata nel 2016 quando ha iniziato a creare le prime immagini con Photoshop attraverso la tecnica della collage art digitale. Successivamente ha iniziato a sperimentare l’elaborazione di immagini attraverso programmi di grafica 3D.

Svccy percorre un cammino artistico che si ispira alla corrente visiva Vaporwave, estetica nata e sviluppatasi tra il 2011/2012. Il genere è caratterizzato dall’uso di temi nostalgici degli anni ’80 e ’90 di sistemi operativi per computer e console per videogiochi, busti romani, centri commerciali abbandonati, elementi della cultura giapponese tutti conditi con l’uso di sfumature sul viola / rosa. 

SKY

A differenza delle immagini classiche del genere, Svccy tende a una variante più oscura e introspettiva. Le sue immagini riflettono la condizione umana nella società di oggi. La figura umana è rappresentata da statue spesso senza volto o coperte da oggetti, che simboleggiano la totale mancanza di identità dell’individuo, soggiogata dalla tecnologia e dalla società ultra consumistica. La realtà in cui vive l’uomo è inautentica e irreale basata su modelli comportamentali imposti dai mass media, i cui stili di vita sono controllati attraverso la moda e la pubblicità, facendoci credere di vivere una vita libera e autodeterminata quando in realtà è solo un’illusione. La modellazione di un’identità unica è promessa quando in realtà si impone un unico modello per conformarvisi in maniera seriale.

Dialoga tra la fisicità dell’opera fisica e l’animazione dell’opera NFT, con una maestria tecnica eccezionale.

Giovane artista che vanta già numerose collaborazioni e premi:

Premio Osservatorio Cultura Lavoro al Connexion Festival Rome; Vincitore di Teelent Varese Mostra personale; Finalista XIV Premio “Sergio Fedriani”; Finalista Varese Design Week Teelent. 

Dal 2022 è rappresentato dalla galleria Zanini Arte attraverso numerose fiere e un suo spazio nella galleria permanente. 

 Website Zanini Arte
https://www.zaniniarte.com/it/galleria-contemporanea/artisti-galleria-contemporanea/crespi-andrea/
https://www.zaniniarte.com/it/galleria-contemporanea/artisti-galleria-contemporanea/waro/
https://www.zaniniarte.com/it/galleria-contemporanea/artisti-galleria-contemporanea/svccy/

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.