COME FOGLIE IN OSTAGGIO DEL VENTO: ADA GARDINI RACCONTA LE VICENDE DEL NONNO MATERNO, DOMENICO MODUGNO

Venerdì alle 18:30 la Biblioteca Baratta di Mantova ospita la presentazione del libro Come foglie in ostaggio del vento edito da Sometti, in cui l’autrice Ada Gardini racconta le vicende del nonno materno Domenico Modugno, molfettano arrivato a Mantova nel dopoguerra, testimone della battaglia di Bardia nel 1941 e poi per lungo tempo prigioniero degli inglesi.

Alla presentazione interviene l’autrice con Caterina Moccia, presidente della sezione mantovana di ANMIG. Introduce Nicola Sometti, editore.

Nel suo libro d’esordio Ada Gardini racconta le vicende del nonno materno Domenico Modugno, molfettano giunto a Mantova nel dopoguerra, testimone della battaglia di Bardia nel 1941 e poi prigioniero degli inglesi. Dopo aver attraversato mezzo mondo nei campi di prigionia alleati (Egitto, India, Australia) Modugno torna in Italia solo nel 1947. Trova un paese dilaniato, in cui anche lui dovrà ricostruire un’esistenza. I dettagliati racconti di prigionìa del nonno alla piccola nipote diventano, dopo molti anni, un diario di guerra e di emozioni ben documentato eppure ricco di quella poesia narrativa che Ada Gardini riesce ad imprimere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.