LA NUOVA PROPOSTA EDUCATIVA DI CASA CERVI. La Presidente SOLIANI: «Educhiamo alla scelta della libertà»

È disponibile il libretto con la proposta educativa di Casa Cervi per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, con laboratori, progetti e visite guidate per bambini di tutte le età, per scoprire la storia della Famiglia Cervi e non solo. Le attività riguardano tutti gli aspetti dell’Istituto: dal nuovo Museo, rinnovato e inaugurato nel 2021, alla Biblioteca-Archivio Emilio Sereni, dagli Archivi fino al Parco “ai Campirossi”.

In occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico, l’Istituto Alcide Cervi di Gattatico (Reggio Emilia) propone la sua nuova proposta educativa, con laboratori, progetti, visite guidate e altre attività rivolte alle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado. Il percorso educativo, ricco di novità e nuove proposte, vuole portare i più giovani alla scoperta della storia e dei valori di Resistenza e antifascismo della Famiglia Cervi, ma non solo: le attività incontrano vari temi, come la terra e il paesaggio, la riscoperta delle tradizioni, l’educazione civica, la memoria e la multiculturalità.

Tutti i luoghi e le anime dell’Istituto sono coinvolti: dal nuovo Museo di Casa Cervi, visitato ogni anno da decine di migliaia di persone, la Biblioteca-Archivio Emilio Sereni, gli Archivi e il grande Parco “ai Campirossi”, lo storico podere che i Sette Fratelli scelsero per fare fortuna e coltivare i propri sogni prima del tragico epilogo.

«Ogni luogo è luogo di formazione», scrive Albertina Soliani, Presidente dell’Istituto Alcide Cervi. «Casa Cervi lo è in modo speciale: educa alla scelta della libertà. Lì, nella Casa di Gattatico, la Famiglia Cervi è cresciuta nell’amore per la libertà, nel rispetto della dignità umana, nella passione per la conoscenza. Lì i Sette Fratelli sono cresciuti nell’antifascismo, poiché il fascismo negava ogni valore umano. Se si viene a Casa Cervi si incontra la loro scelta per la libertà, che è costata loro la vita».

La novità più significativa della ricca proposta è il progetto didattico “Artigiani della memoria”, dedicato agli Istituti scolastici di secondo grado e pensato proprio a partire dal riallestimento del nuovo percorso museale (inaugurato nel dicembre del 2021), in cui gli oggetti, i documenti e le immagini partecipano alla narrazione come strumenti di trasmissione valoriale, nella loro unicità e forza relazionale con il visitatore. Non semplici oggetti, dunque, ma simboli che racchiudono episodi, caratteristiche, significati, azioni, oggetti come “semi” di idee e opere, da elaborare, discutere, ragionare, realizzare.

Il progetto didattico “Artigiani della Memoria”, di anno in anno, è dedicato a ciascuno degli emblemi di questa storia e di questo luogo. Per l’anno scolastico 2022-2023, alla sua 1a edizione, il progetto punterà l’attenzione sul mappamondo, uno degli oggetti più iconici di Casa Cervi. Portato ai “Campirossi” nel 1939, è simbolo della voglia di scoperta del mondo, dell’apertura mentale, dell’impegno e dei valori dei Cervi.

«Dopo un lungo lavoro di riallestimento, portato a compimento alla fine del 2021, Casa Cervi ha riaperto le sue porte con una proposta educativa aggiornata sulla base delle richieste e delle nuove esigenze dei docenti e degli studenti», afferma Gabriella Gotti, Referente dell’Area Didattica dell’Istituto. «Questo nuovo percorso ha dato e continuerà a dare vita a ulteriori spunti di lavoro per la creazione di nuove attività con i ragazzi: occasioni di conoscenza e comprensione del passato e di riflessione e dialogo sul tempo presente».

Il libretto didattico è consultabile su www.istitutocervi.it. Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a Gabriella Gotti (gabriella.gotti@istitutocervi.it) e Eleonora Taglia (eleonora.taglia@istitutocervi.it) oppure chiamare il numero 0522 678356.

Proposta educativa 2022-2023: www.istitutocervi.it/proposta-educativa-casa-cervi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.