Anche l’Emilia-Romagna celebra il 10 ottobre la Giornata mondiale della salute mentale

Dibattiti, conferenze, workshop e convegni di alto profilo medico-scientifico. Ma anche mostre, spettacoli teatrali e musicali, presentazione di libri, proiezioni di film rivolti al grande pubblico, oltre ad attività specifiche per le scuole e per i bambini. Il tutto con un unico filo conduttore: la promozione del benessere psicologico e la qualità delle cure per gli assistiti.   

Sono tantissime e affrontano da varie angolazioni i molteplici aspetti di una problematica di stretta attualità che in tempi di pandemia ha visto moltiplicarsi i casi di ansia, depressione e disagio psichico tra la popolazione, in particolare tra i giovani, le iniziative programmate in Emilia-Romagna per la Giornata mondiale della salute mentale, che si celebra il 10 ottobre di ogni anno (sui siti delle Ausl i programmi in dettaglio).

L’occasione per un confronto ad ampio raggio tra i professionisti della salute mentale sui percorsi terapeutici più appropriati per prevenire e curare i disturbi di carattere psichiatrico e, al tempo stesso, per fare il punto sui programmi di intervento messi in campo dalla Regione

“Siamo alla vigilia di un grande processo di modernizzazione del sistema sanitario regionale- sottolinea l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini– con un programma di investimenti da oltre mezzo miliardo di euro messi a disposizione  dal Pnrr. In questo ambito vogliamo qualificare e potenziare ulteriormente la rete dei servizi psicologici, con priorità agli adolescenti, che hanno sofferto più di altri a causa dell’impatto negativo della pandemia sulle relazioni sociali e gli stili di vita”. 

E’ questo uno degli obiettivi del “Piano attuativo Salute mentale” per il 2022, finanziato con 40 milioni di euro provenienti dal Fondo sanitario regionale, che fa leva sul cosiddetto “budget di salute”.

Si tratta di un innovativo modello organizzativo-gestionale, già sperimentato con successo dalla Regione, che mette le persone al centro delle strategie di intervento e non la loro patologia in quanto tale e che si pone l’obiettivo di limitare il ricorso ai ricoveri nelle strutture sanitarie attraverso il potenziamento degli interventi domiciliari.

Nell’ambito del piano 820.000 euro sono in particolare destinati al programma per l’assistenza ai giovani tra i 12 e i 25 anni con disturbi del comportamento alimentare, una tematica emergente, e per supportare l’assistenza territoriale.  

Al potenziamento dei servizi per la cura delle problematiche psicopatologiche di pre e adolescenti tra gli 11 e i 17 anni guarda  anche l’accordo siglato recentemente tra Regione Emilia-Romagna e ministero della Salute che ha messo a disposizione delle strutture sanitarie regionali 5 milioni di euro per il miglioramento dei sistemi di cura.  

Un’intesa che tra gli obiettivi di fondo punta inoltre a superare il ricorso alla contenzione meccanica in tutti i luoghi di cura della salute mentale, diminuito in 10 anni di oltre il 75% in Emilia-Romagna, e prevede percorsi innovativi alternativi al ricovero nelle Rems, le residenze sanitarie destinate agli autori di reato affetti da disturbi mentali che hanno sostituito gli ospedali psichiatrici giudiziari.

I principali eventi in regione

Ecco una sintesi delle più importanti iniziative organizzate dalle singole Ausl in occasione della Giornata mondiale sulla salute mentale

Ausl Bologna

Il filo conduttore degli eventi che si svolgeranno dal 1 al 14 ottobre in vari luoghi dislocati nei sei distretti sanitari dell’Ausl di Bologna è la “salute mentale come bene comune”.

Gli appuntamenti, in collaborazione con il Comune, la Città Metropolitana e l’Università di Bologna, si rivolgono non solo agli specialisti del settore, ma a tutti coloro che a vario titolo sono interessati al tema.

Trenta i tavoli di conversazione previsti: ogni tavolo proporrà temi specifici che faranno riferimento alle “Cinque vie del benessere”.

L’obiettivo condiviso è favorire la conoscenza, sensibilizzare e. soprattutto, riflettere insieme alla popolazione su cosa fare in concreto per contribuire al miglioramento della salute mentale.

Il programma si concluderà con un evento pubblico in programma nel capoluogo regionale venerdì 14 ottobre, in Piazza Dalla, con inizio alle 16,30. Prevista, tra gli altri, la partecipazione dell’attore/scrittore Alessandro Bergonzoni.

Ausl Imola

Ad Imola il 10 ottobre si svolgerà uno degli appuntamenti della rassegna promossa nell’ambito della Città Metropolitana tramite l’Istituzione Gianfranco Minguzzi.

Si tratta del convegno “Salute mentale, bene comune”, che si terrà al Teatro dell’ex complesso manicomiale dell’Osservanza e avrà come momento clou la Lectio magistralis di Benedetto Saraceno, già direttore della Divisione Salute e Dipendenze Psicologiche dell’Organizzazione mondiale della sanità ed attualmente Segretario generale del Lisbon Institute of Global Mental Health.

Nel pomeriggio i tavoli di lavoro con cittadini, pazienti, famigliari ed associazioni per la costruzione partecipata di politiche per la promozione del benessere della comunità.

Ausl Modena

Nella città della Ghirlandina il tema del disagio psichico sarà al centro di Màt, la Settimana della salute mentale, giunta alla 12° edizione, in programma dal 22 al 29 ottobre.

L’universo della malattia e di chi si ne prende cura quotidianamente sarà raccontato attraverso convegni, incontri e dibattiti, ma anche mediante mostre e spettacoli teatrali.

Promossa dall’Ausl di Modena e organizzata dall’Arci locale, la manifestazione coinvolge anche le associazioni di volontariato, la cooperazione sociale e gruppi di cittadini.

Tra gli appuntamenti principali della rassegna, che si articolerà in tante iniziative in tutti i distretti sanitari provinciali, la marcia per l’inclusione di sabato 22 ottobre, apertura ufficiale della Settimana.

Ausl Parma

Ricco di eventi, che spaziano da seminari alle manifestazioni culturali, anche il programma della rassegna “La salute della salute mentale”, organizzata dall’Ausl della città ducale.

Un calendario di appuntamenti che partiranno il prossimo 6 ottobre per concludersi il 19 dicembre. Filo conduttore e titolo della manifestazione, giunta alla 12° edizione, è “A/Essenze”.

“Il periodo particolarmente critico che stiamo vivendo, segnato da pandemia, guerra, crisi economica e sociale – si legge nella presentazione della rassegna – impone di interrogarci su ciò che veramente è essenziale nella nostra esperienza umana….Ridare senso a parole essenziali il cui valore si scopre nell’assenza: i diritti, la libertà, la pace, la salute, il cibo, l’istruzione e la cultura, il lavoro, la casa…Riscoprire come accoglienza, gentilezza, delicatezza, leggerezza, dialogo, spiritualità e speranza siano fondamentali per non perdere mai la condizione umana…Riflessioni che valgono anche per le organizzazioni del welfare, i loro riferimenti tecnico-scientifici, etici, gestionali economici”.

Ausl Romagna

La Giornata mondiale della salute mentale sarà celebrata dall’Ausl romagnola con quattro eventi nell’ambito dell’Open Day Salute Mentale Fondazione Onda.

A Cesena, sabato 8 ottobre, nella sala lignea della Biblioteca Malatestiana, si svolgerà la presentazione del volume di poesie e pensieri di Carlo Mazzotti “Senza Lacrime Più”. La presentazione è promossa dall’Associazione per la salute mentale della Romagna “Porte Aperte”, con il patrocinio del Comune di Cesena e del Dipartimento salute mentale Forlì-Cesena dell’Ausl Romagna.

Sempre a Cesena il 10 ottobre, presso il reparto del Servizio Psichiatrico Diagnosi Cura dell’Ospedale Bufalini, si potrà partecipare ad un incontro coi professionisti e fare una visita guidata del reparto e degli spazi dedicati al percorso di umanizzazione delle cure.

A Rimini, stessa data, è in programma il convegno dal titolo “La salute mentale nella donna in gravidanza e nel post-partum”. L’appuntamento è al Padiglione Flaminio dell’Ospedale Infermi. (ore 10- 12,30).

Infine, spostandosi nel ravennate, il 10 ottobre si potrà fare un’esperienza di approccio psicologico di gestione del stress e apprendere alcune tecniche specifiche. Gli incontri di gruppo rivolti a persone maggiorenni, si svolgeranno presso i consultori famigliari di Ravenna (ore 10-12, via Berlinguer 11) e di Lugo (ore 10-12, viale Masi 22), oltre che all’Ospedale di Faenza (ore 15-17, Viale Mazzini.

Ausl Ferrara

“Programmi di cura e progetti di vita: dalla psichiatria di comunità alla salute di mentale di comunità” è il titolo del maxi-convegno che sarà ospitato il 25-26 novembre dall’Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara presso il nosocomio di Cona.

Nelle quattro sezioni in cui è articolato il convegno, con decine di relatori e circa 300 partecipanti, si farà il punto sugli sviluppi di questa branca della psichiatria, nata con la chiusura degli ospedali psichiatrici.

Il convegno si configura come articolazione didattica del Master di 2° livello “Trattamenti psicosociali basati sull’evidenza e orientati al recovery nella psichiatria di comunità” dell’Università di Ferrara.

Oltre a questa iniziativa, l’Ausl e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara aderiscono alla Giornata mondiale organizzando il 10 ottobre a Ferrara visite gratuite (ore 14-16) nella sede ambulatoriale di Psichiatria, che si trova presso la Cittadella della Salute San Rocco, Area 7 – 2° piano, in Corso della Giovecca 203. L’ambulatorio è riconosciuto dalla Fondazione Onda e rappresenta una delle poche realtà italiane ad occuparsi in maniera specifica degli aspetti psicopatologici nei diversi cicli vitali della donna, nell’ottica della personalizzazione delle cure.

Ausl Reggio Emilia

Proseguiranno fino al 14 ottobre gli appuntamenti della 17^ Settimana della salute mentale, la mega rassegna organizzata dall’Ausl reggiana, in collaborazione con enti e associazioni locali, inaugurata ufficialmente il 23 settembre scorso.

Un’edizione 2022 incentrata sul tema dell’identità e che vanta un ricchissimo calendario di eventi, distribuiti sull’intero territorio provinciale, che va ben oltre la data ufficiale di chiusura della manifestazione, domenica il 2 ottobre.

Oltre a decine di convegni, conferenze e tavole rotonde tra esperti per approfondire i temi specialistici in discussione, la kermesse dà molto spazio agli incontri rivolti al grande pubblico e dedicati a poesia, cinema, teatro e fotografia. Spazio anche per laboratori indirizzati ai più piccoli e a momenti di formazione per gli operatori. Previsti anche appuntamenti in biblioteca e visite al Museo di storia della psichiatria.

Il programma completo delle iniziative si può consultare sui siti web delle singole Ausl.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.