CONSELICE CELEBRA LA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE CON UNA SERIE DI INCONTRI DAL 25 AL 28 NOVEMBRE

Anche Conselice celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: Giovedì 24 novembre alle 20.30 nella sala polivalente di Lavezzola l’associazione Shahrazad presenta lo spettacolo «Manutenzioni uomini a nudo», tratto dal libro di Monica Lanfranco.

Venerdì 25 novembre alle 10 presso la rotonda di piazza Gramsci a Conselice ci sarà l’inaugurazione dell’Albero della vita alle madri costituenti, che verrà posizionato in modo permanente sulla rotonda a cura dell’associazione Caffè delle ragazze.

Alle 20 ritrovo per la camminata in rosso, simultanea in tutti i comuni dell’Unione della Bassa Romagna: partenza dalla rotatoria di piazza Gramsci e arrivo davanti al municipio, dove alle 21 ci sarà l’esibizione canora del trio vocale Insolitenote e la voce narrante di Marina Zavanella.

Sabato 26 novembre alle 20.30 nella sala polivalente di Lavezzola l’incontro «Quando la violenza ha le chiavi di casa – Noi non siamo sole», a cura dell’associazione «La Locomotiva».

Lunedì 28 novembre alle 18.30 all’auditorium comunale «Tutt’altro genere di linguaggio», un approfondimento sulle modalità di racconto dei femminicidi con le giornaliste Serena Bersani associazione Giulia) ed Elena De Vincenzo (Tg1); sarà presente un rappresentante di Aser.

«Anche quest’anno la nostra comunità si dimostra particolarmente attenta e sensibile al tema della violenza di genere e delle pari opportunità, come dimostra l’interessante calendario realizzato a più mani – ha sottolineato la sindaca Paola Pula -. In particolare quest’anno vogliamo rivolgere un pensiero solidale a tutte le donne afgane e iraniane e per tutte le donne che nel mondo lottano per i loro diritti e le loro libertà. Sono particolarmente grata a tutte le associazioni locali e in particolar modo agli artisti Filippo Giberto e Michele Ciocca, che hanno ideato l’opera che verrà installata nella rotatoria di piazza Gramsci, un albero dedicato alle madri costituenti, le prime donne che hanno fondato la nostra Repubblica per ricordare a tutti le battaglie delle donne per la democrazia».

Tutte le iniziative sono a partecipazione libera e gratuita.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.