SUZZARA: ARRESTO PER DETENZIONE MUNIZIONI DA GUERRA E DROGA e DENUNCIA FALSITÀ IDEOLOGICA E SIMULAZIONE DI REATO

Continuano su tutti i fronti i controlli dei Carabinieri nella cittadina di Suzzara. Nel corso della notte i Carabinieri dell’Aliquota Operativa di Gonzaga, unitamente ad unità Cinofila del Nucleo di Orio al Serio, con l’ausilio del cane antidroga (di nome “Grom”), al culmine di un’indagine finalizzata a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti che affligge la cittadina mantovana, hanno arrestato per detenzione di munizionamento da guerra  e di sostanze stupefacenti B.G., cittadino del luogo, al termine di perquisizione domiciliare.

Continua a leggere

FINGE DI ESSERE STATO PICCHIATO. DENUNCIATO DAI CARABINIERI PER SIMULAZIONE DI REATO

CARABINIERI VIADANA

Viadana, 16 marzo – Aveva raccontato che degli sconosciuti l’avevano picchiato qualche giorno fa, e per questo aveva depositato formale denuncia presso la caserma dei Carabinieri di Viadana. 

La denuncia faceva riferimento alla serata dell’8 marzo, quando una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile dei Carabinieri di Viadana era intervenuta in via Parri proprio per fermare lo stesso uomo che stava compiendo manovre pericolose con un furgone. Continua a leggere

CASTEL GOFFREDO – RAPINATO E PICCHIATO NEI GIARDINI PUBBLICI, DENUNCIATO PER SIMULAZIONE DI REATO

carabinieriAveva denunciato ai Carabinieri di Castel Goffredo di essere stato rapinato e picchiato nei giardini pubblici di Castel Goffredo. A raccontare la “storiella“ un giovane del luogo che, con dovizia di particolari, aveva denunciato che la notte precedente, mentre si trovava nei giardini pubblici di Piazza Vittoria di Castel Goffredo, era stato colpito con pugni e calci da cinque individui sconosciuti, di etnia nordafricana, che poi lo derubavano del telefono cellulare, di circa 100,00 euro in contanti e della bicicletta. Continua a leggere

VIADANA – UOMO DENUNCIATO PER SIMULAZIONE DI REATO

carabinieri palettaPer contestare un’infrazione al codice della strada aveva raccontato che gli avevano clonato la targa della sua auto, una Porsche 981. La multa risaliva a gennaio scorso, ed era stata elevata dalla Polizia Locale di Viadana per un’infrazione semaforica.

L’uomo, però, un 72enne pensionato di Reggio Emilia, si era presentato alla locale stazione Carabinieri del luogo di residenza, denunciando la clonazione della sua targa, negando il fatto che potesse esserci la sua macchina nel momento dell’infrazione. Continua a leggere