TRENTO – Operazione “Aquila Bianca”: 38 persone in custodia cautelare anche una donna di Castiglione d. Stiviere per traffico internazionale e spaccio di droga

Alle prime ore di oggi, mercoledì 28 settembre, tra le province di Trento, Brescia, Vicenza, Mantova, Prato e Bari, oltre che in Belgio e in Olanda, i Carabinieri del Comando Provinciale di Trento, con la collaborazione dei reparti territorialmente competenti e dei corpi di polizia esteri  (attivati mediante il Servizio Centrale di Cooperazione Internazionale), hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 38 persone (15 marocchine, 8 albanesi, 3 tunisine, 1 algerina, 1 kossovara e 10 italiane) ritenute responsabili a vario titolo di associazione finalizzata al traffico – anche  internazionale- e spaccio di sostanze stupefacenti.

Continua a leggere

MANTOVA – CARABINIERI ESEGUONO AVVISO DI CONCLUSIONE DELLE INDAGINI PER SPACCIO DI STUPEFACENTI

Nella giornata odierna, a seguito di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Mantova, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Mantova hanno notificato l’avviso di conclusione indagini preliminari, emesso dalla Procura della Repubblica di Mantova, nei confronti di due ragazzi italiani, ventenni, ritenuti responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti.

Continua a leggere

ARRESTI PER DROGA BRESCIA, BERGAMO, MILANO. ASSESSORE DE CORATO: “OTTIMO LAVORO DDA PROCURA BRESCIA E POLIZIA”

L’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, si è congratulato con la DDA della Procura di Brescia e la Polizia di Stato per i 20 arresti di oggi, albanesi e italiani, accusati di associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, aggravata dal metodo mafioso e dall’uso delle armi, che operavano anche tra le province di Brescia, Bergamo e Milano.

Continua a leggere

CARABINIERI COMPAGNIA DI VIADANA: EMPORIO INTERREGIONALE DELLA DROGA “KO” DUE ARRESTI

Rivarolo Mantovano (MN), Bussolengo (VR) e Lazise (VR)

Continua senza sosta l’attività di controllo dei Carabinieri della Compagnia di Viadana finalizzata alla prevenzione e repressione di ogni forma di illegalità, con particolare attenzione al contrasto allo spaccio di droga ed ai reati contro il patrimonio.

Nei giorni scorsi sono stati effettuati 2 arresti per detenzione di sostanze stupefacenti con conseguente sequestro di un ingente quantitativo di droga.

I fatti risalgono alla mattina del 15 ottobre 2021, quando una pattuglia Carabinieri del Comando Compagnia – Aliquota Radiomobile di Viadana – intercettava a Rivarolo Mantovano un’autovettura di grossa cilindrata che, alla vista dei Carabinieri, si lanciava a precipitosa fuga. Il tempestivo inseguimento si protraeva per circa dieci chilometri alla folle velocità di oltre 200 km/h, fino a quando con l’ulteriore inserimento della pattuglia Carabinieri di Bozzolo, detto veicolo veniva costretto a fermarsi. A bordo vi era solo il conducente, un uomo M.L. di soli 22 anni, cittadino italiano, già noto alle forze dell’ordine, che veniva trovato in possesso della somma di 5.640 euro contanti, tra l’altro ben occultata e di cui non sapeva giustificare la provenienza. La successiva perquisizione domiciliare portava altresì al sequestro di circa 3 gr di marijuana, circa 87 gr di hashish, materiale per il taglio ed il confezionamento, tutto posto in sequestro. Condotto in caserma per gli accertamenti di rito, è scattato l’arresto in flagranza per resistenza a Pubblico Ufficiale, ricettazione e detenzione illegale di stupefacenti. Comparso il 16 ottobre davanti al Tribunale di Mantova, il Giudice ha convalidato l’arresto ed applicato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla PG.

Sempre nel pomeriggio del 15 ottobre 2021, nel corso delle successive indagini, si apprendeva che il soggetto arrestato in mattinata era presumibilmente diretto ad acquistare una grossa quantità di stupefacenti presso un negozio di Canapa Light a Bussolengo (VR), attività di copertura utilizzata per celare la vendita di droga.

Pertanto personale del Nucleo Operativo del Comando Compagnia Carabinieri di Viadana, coadiuvati dai Carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda (VR), dopo averla individuata, perquisivano la predetta attività commerciale, con esito positivo in quanto portava al sequestro di sostanze stupefacenti per un totale di oltre  1 kg di hashish, oltre 1 kg di marijuana e la somma  di euro 9.870 in contanti, ritenuto provento dell’attività di spaccio di stupefacenti. Veniva estesa altresì la perquisizione anche all’abitazione di Lazise (Vr) del titolare dell’attività, un uomo H.S. di anni 29, cittadino italiano, dove venivano sequestrate altre sostanze stupefacenti, tra cui svariate piante di marijuana messe ad essiccare nel solaio dell’abitazione. Condotto in caserma di Peschiera del Garda, per gli accertamenti di rito, anche per lui è scattato l’arresto in flagranza per traffico di sostanze stupefacenti, ricettazione. Comparso il 16 ottobre davanti al Tribunale di Verona, il Giudice ha convalidato l’arresto ed applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari.

La presente attività investigativa rientra in un più ampio dispositivo di controllo del territorio disposto su tutto il territorio della provincia dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Mantova.

ARRESTATO UN UOMO PER SPACCIO DI DROGA DAI CARABINIERI DI ACQUANEGRA SUL CHIESE

Operazione anti droga ieri sera ad Acquanegra sul Chiese, dove i Carabinieri della locale Stazione hanno sequestrato diverso quantitativo di stupefacente, ed arrestato un 35enne per spaccio.

L’operazione è scaturita durante un controllo alla circolazione stradale, nei pressi del ponte sull’Oglio, che divide il comune di Acquanegra sul Chiese da quello di Calvatone; durante questo controllo i militari, una pattuglia della Stazione di Acquanegra, fermavano un giovane alla guida di un Alfa Romeo, residente a Castiglione delle Stiviere, che peraltro non sapeva giustificare il suo spostamento tra comuni diversi, in un periodo di cosiddetta “zona arancione”.

L’uomo si trovava anche alla guida con patente scaduta e ritirata l’anno scorso; l’atteggiamento nervoso del giovane ha poi insospettito i Carabinieri, che decidevano così di procedere ad una perquisizione, anche dell’autovettura. E proprio nascosta nell’autovettura i militari rinvenivano circa 15 grammi di eroina, ben occultata ma non abbastanza da sfuggire all’occhio attento ed esperto dei militari.

I Carabinieri procedevano poi ad una perquisizione anche dell’abitazione dell’uomo, col supporto dei colleghi di Castiglione delle Stiviere; presso il suo domicilio i militari rinvenivano dell’hashish e del materiale per il taglio e confezionamento degli stupefacenti.

I Carabinieri della Stazione di Acquanegra sul Chiese, coordinati dal Maresciallo Ordinario Giuseppe Vinci, procedevano così all’arresto del giovane, per detenzione di stupefacente al fine di spaccio (art.73 D.P.R. 309/90), notiziando il Magistrato di turno.

Dopo gli accertamenti di rito, il ragazzo, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, veniva tradotto presso il carcere di Mantova, dove verrà trattenuto fino al processo per direttissima.

Tutta la droga e il materiale sequestrato sono invece a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Mantova.

La nostra battaglia contro le sostanze stupefacenti continua integerrima – spiega il Cap. Gabriele Schiaffini, Comandante della Compagnia di Viadana, compiacendosi per il positivo risultato conseguito, – ed un altro spacciatore della zona è stato individuato ed arrestato. Ora l’attività di indagine è solamente iniziata; saranno basilari le perizie e gli accertamenti tecnici per trovare sia eventuali complici nell’attività di spaccio, ma soprattutto per individuare i canali di provenienza dello stupefacente che il giovane si procurava per poi spacciare. Fondamentale in questa battaglia è comunque per noi l’aiuto e le segnalazioni di cittadini e di genitori, che sentono come noi la necessità, sacrosanta, di debellare questo marcio e tenerlo lontano dai loro figli, anche perché troppo spesso la dipendenza da queste sostanze porta inevitabilmente i ragazzi sulla strada dello spaccio e della delinquenza in genere, come in questo caso”.

Il Colonnello Antonino Minutoli, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova, esprime il suo apprezzamento per la brillante operazione, in quanto rappresenta una conferma della battaglia che tutti i militari della Provincia combattono quotidianamente contro la sostanza stupefacente e contro coloro che ne favoriscono lo spaccio.

MARITO E MOGLIE IN CUSTODIA CAUTELARE PER SPACCIO DI DROGA ED ESTORSIONE

LUNETTA DI MANTOVA – A seguito di articolata indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Mantova, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Mantova hanno eseguito una misura di custodia cautelare, richiesta dalla locale Procura ed emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Mantova, nei confronti di due soggetti, marito e moglie, extracomunitari, poiché ritenuti responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione continuata aggravata.

Continua a leggere

I CARABINIERI ARRESTANO DUE SPACCIATORI CON 45 GRAMMI DI COCAINA PRONTA PER LA VENDITA

Asola, 5 settembre – Spacciavano cocaina sotto casa ma il continuo movimento di giovani non è passato inosservato ai Carabinieri di Asola. I militari, dopo aver effettuato qualche appostamento hanno accertato che il movimento era dovuto
ad attività di spaccio di stupefacenti messa in atto da parte di un individuo il quale, ricevuti gli ordini telefonicamente, usciva dal portone di casa per consegnare la dose e ricevere il denaro.

Nella serata di ieri, i Carabinieri del Comando Stazione di Asola, al termine di mirata attività finalizzata al contrasto dei reati in materia di stupefacenti, hanno perquisito l’abitazione dello spacciatore, situata in una frazione di Asola. All’atto dell’intervento, i militari hanno fermato EZ.M., 47enne magrebino, affittuario dell’appartamento, e B.D., 52enne italiano, domiciliato ad Asola.

Continua a leggere

MANTOVA: Fidanzati sorpresi dai Carabinieri con 250 grammi di hashish pronto per lo smercio. Lui, maggiorenne, finisce in carcere e lei denunciata alla Procura per i Minorenni

Mantova, 26 luglio – Nel corso dei numerosi controlli notturni, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile – Sezione Radiomobile – della Compagnia di Mantova hanno arrestato un giovane di origini magrebine e denunciato a piede libero la fidanzatina ancora minorenne per detenzione ai fini di spaccio, in concorso, di 250 grammi di hashish pronto per lo smercio.

hashish copia Continua a leggere