L’ASSESSORE REGIONALE STEFANO BRUNO GALLI IN VISITA ALLA REGGIA DEI GONZAGA

Possibili collaborazioni Regione-Mibact al centro del colloquio con il direttore L’Occaso

Nella giornata di oggi l’assessore alla Cultura di Regione Lombardia, Stefano Bruno Galliaccompagnato dall’on. Andrea Dara, dal consigliere regionale Alessandra Cappellari e dal presidente della Società per il Palazzo Ducale, Graziano Mangoni – ha fatto visita alla reggia gonzaghesca, accolto dal direttore Stefano L’Occaso.

Continua a leggere

LA REGGIA DEI GONZAGA PRESENTA LE NOVITA’ SULLE COLLEZIONI DEL CASTELLO DI SAN GIORGIO

Ogni mercoledì e giovedì su prenotazione in sei fasce orarie giornaliere sarà possibile visitare le novità delle collezioni della reggia esposte al piano terra del Castello di San Giorgio

Mercoledì 17 febbraio apre la mostra dedicata alle nuove acquisizioni di Palazzo Ducale di Mantova, allestita al piano terra del Castello di San Giorgio. Ideata da Stefano L’Occaso e Michela Zurla, con la collaborazione di Elena Montanari, l’esposizione illustra una selezione dei pezzi più importanti incamerati in tempi recenti dalle collezioni della reggia, tra cui un capolavoro come l’arazzo raffigurante Venere spiata da un satiro con i puttini, eseguito per Federico II Gonzaga su disegno di Giulio Romano.

Continua a leggere

LA REGGIA DEI GONZAGA DI MANTOVA È PRONTA A RIAPRIRE…

…Non appena scatterà il “via libera” dal Governo, Palazzo Ducale di Mantova si dichiara pronto alla riapertura in sicurezza con una settimana di ingresso gratuito.

MANTOVA – “Abbiamo preso tutti gli accordi necessari e concordato con lo staff tutte le mosse: siamo pronti a riaprire in completa sicurezza non appena ci verrà dato il via libera da Roma”. Con queste parole il direttore di Palazzo Ducale di Mantova Stefano L’Occaso dichiara la completa disponibilità alla riapertura appena possibile, nella massima tutela della salute pubblica e nel rispetto delle prossime disposizioni del Governo.

Continua a leggere

CINQUE LIBRI CORALI MINIATI DEL XIV-XV SECOLO RESTITUITI ALLA DIOCESI DI MANTOVA

Risalenti al XIV e al XV secolo, i preziosi manufatti erano custoditi presso Palazzo Ducale di Mantova a seguito di un furto risalente al 1913. Ritrovati, vengono ora restituiti alla Diocesi di Mantova

MANTOVA – Palazzo Ducale di Mantova dà il via a un’importante operazione di restituzione che ha i tratti di un romanzo giallo. La storia inizia nel 1913, quando il celebre Messale di Barbara di Brandeburgo del Duomo di Mantova fu depositato in Palazzo Ducale, a seguito del furto di alcune pagine, poi recuperate e ricongiunte al codice nel 1935.

Continua a leggere

NELLE COLLEZIONI DI PALAZZO DUCALE ARRIVA UN DISEGNO DEL BERTANI DONATO DA UN BENEFATTORE

MANTOVA – “Satiro che trascina l’asino di Sileno”: è questo il nome del prezioso disegno che un benefattore – che desidera restare anonimo –ha donato alle collezioni di Palazzo Ducale. Il foglio fu realizzato da Giovan Battista Bertani (1510 circa – 1576), prefetto delle fabbriche gonzaghesche, per la decorazione della Sala di Bacco della palazzina della Rustica, il cui programma di affreschi fu definito a partire dagli anni Sessanta del Cinquecento dallo stesso allievo di Giulio Romano.

Continua a leggere

MANTOVA, STEFANO L’OCCASO PRESENTA IL VOLUME “PITTURA A MANTOVA NEL QUATTROCENTO” A CASA ANDREASI

 

la pittura a mantova nel quattrocento.jpg

PITTURA A MANTOVA NEL QUATTROCENTO, è il titolo del nuovo volume di Stefano L’Occaso che verrà presentato venerdì 21 febbraio alle ore 18.00 nella Casa della Beata Osanna Andreasi – Mantova Via Frattini 9. Dialogherà con l’autore Giulia Cantoni, storica dell’arte.

L’evento è organizzato dall’Associazione per i Monumenti Domenicani di Mantova. Continua a leggere

GIULIO ROMANO A MANTOVA: PALAZZO DUCALE APERTO PER LE FESTIVITÀ NATALIZIE

Durante le festività natalizie il Complesso museale Palazzo Ducale di Mantova – con i suoi tradizionali percorsi di vista e la mostra Con nuova e stravagante maniera. Giulio Romano a Mantova – resterà aperto con orario ordinario a eccezione dei soli giorni di chiusura del 25 dicembre, del 1° gennaio e nei lunedì consueti di riposo settimanale (23 e 30 dicembre).

In particolare, Corte Vecchia manterrà l’orario di apertura dalle ore 11.00 alle ore 18.00 (ultimo ingresso ore 17.20) fino al 31 dicembre mentre dal 2020 sarà visitabile fino alle 19.00 (ultimo ingresso 18.20). Continua a leggere

MANTOVA – PITTURA A MANTOVA NEL QUATTROCENTO. Palazzo Ducale, presentazione del nuovo libro di Stefano L’Occaso

pittura a mantova nel quattrocento stefano l'accasoPITTURA A MANTOVA NEL QUATTROCENTO è il titolo del nuovo libro di Stefano L’Occaso che verrà presentato Mercoledì 18 dicembre alle ore ore 17.30 presso l’Atrio degli Arcieri di Palazzo Ducale Mantova.

Interverranno con l’autore: Emanuela Daffra, Direttore Polo museale regionale della Lombardia e Direttore Complesso museale Palazzo Ducale di Mantova e Daniela Ferrari, Presidente Istituto Mantovano di Storia Contemporanea. Continua a leggere

MANTOVA – Alla SCOPERTA DI GIULIO ROMANO con le GUIDE CONFESERCENTI: Giovedì 26 settembre incontro con STEFANO L’OCCASO

Le guide turistiche Confesercenti non potevano mancare di offrire iniziative di approfondimento all’attesa mostra su Giulio Romano, in programma a Mantova dal 6 ottobre al 6 gennaio 2020.

GIULIO ROMANO UNIVERSARE

Giovedì 26 settembre alle 19 nella splendida cornice di Villa La Favorita di Porto Mantovano è in programma l’evento “Giulio Romano <<universale>>” con Stefano L’Occaso, storico e funzionario di Palazzo Ducale.

Al termine dell’incontro si terrà un aperitivo. L’evento, organizzato in collaborazione con GAM-Guide Turistiche Abilitate Mantova, è a pagamento previa iscrizione; per informazioni: coordinamento.gam@gmail.com

L’iniziativa sarà anche l’occasione per presentare l’ultimo libro di L’Occaso, dedicato proprio alla figura di Giulio Pippi detto il Romano. “Nel libro ­– spiega L’Occaso – si prendono in esame gli anni mantovani di Giulio Romano, ossia dal 1524 al 1546; ma il volume è dedicato anche alla fortuna del maestro, soprattutto nel contesto del Nord Italia, e agli allievi, di cui si presentano, per la prima volta in modo sistematico, ricostruzioni aggiornate delle vite e delle opere”.