SAN BENEDETTO PO – MATILDE E IL SUO MONASTERO. Chiese e luoghi nascosti in nove secoli di storia

 monastero
In occasione del IX centenario della morte di Matilde di Canossa (1115-2015), sta per concludersi il suggestivo percorso iniziato l’11 aprile fino al 31 DICEMBRE 2015 dal titolo “Il Monastero di Matilde di Canossa nel IX centenario della morte 1115 – 2015, chiese e luoghi nascosti in otto secoli di storia”.

portale

DAL PASSATO AL PRESENTE. La storia dell’abbazia polironiana, sorta su un’isola compresa tra il Po e il Lirone, cominicia nell’anno 1007 con l’atto di fondazione sottoscritto da Tedaldo di Canossa, nonno di Matilde.

transetto sinistro

Tuttavia recenti scavi archeologici testimoniano l’esistenza di un edificio religioso più antico, la cui abside è visibile nella Sala del Capitolo. Monastero di famiglia, il Polirone fu prediletto da Matilde, la “Grancontessa”, che qui volle essere sepolta dopo la sua morte, avvenuta a Bondeno di Roncore il 24 luglio 1115.

coro

Qui il suo corpo è rimasto fino al 1633, quando il pontefice Urbano VIII lo volle a Roma, per dargli sepoltura nella basilica di San Pietro, dove tuttora riposa in un magnifico sepolcro realizzato dal Bernini.

tomba

Nel tempo i monaci polironiani hanno onorato il ricordo di Matilde con la celebrazione dell’anniversario della sua morte con la stessa solennità dovuta ai grandi abati del monastero, con la carità giornaliera verso i poveri, con le opere artistiche che ne hanno tramandato la memoria, contribuendo a creare il mito intorno alla sua persona.

sagrestia

Per celebrare Matilde nel 9° centenario della morte, si è creata una sinergia tra istituzioni civili e religiose per elaborare un programma condiviso.

Cappella S.MariaA San Benedetto Po, Comune, Parrocchia, Diocesi, Amici della Basilica Onlus, Strada dei vini e sapori mantovani, Club UNESCO, Usci, Amici del Museo propongono un percorso, che si snoda tra la Basilica e il monastero, per una migliore conoscenza e valorizzazione di Matilde e delle vicende religiose, storiche, artistiche e culturali che hanno caratterizzato l’esistenza del grande complesso benedettino.

chiostro di s.Simone PERCORSO DI VISITA:

– Il portale scolpito

– Transetto sinistro: i pannelli della mostra “Le chiese nascoste” sala del capitolo

– Coro

– Tomba di Matilde sala giuliesca

– Sagrestia

– Cappella di Santa Maria

– Chiostro di San Simeone sriptoriumo

– Sala del Capitolo

– Sala giuliesca sala di Matilde

– Scriptorium

– Sala di Matilde

matilde-e-il-suo-monastero_percorso

Annunci

Rispondi