SCATTA IL PIANO PER CONTENERE LA DIFFUSIONE DELLE NUTRIE

nutriaREGGIOLO – Per far fronte ai danni ambientali, idraulici e agricoli causati dal roditore sempre più presente nel territorio, il Comune di Reggiolo ha approvato il “Piano di controllo per il contenimento della nutria” e sottoscritto un accordo tra la Provincia di Reggio Emilia e i Comuni della provincia per la sua attuazione.

Un contratto di comodato d’uso gratuito prevede la consegna e l’utilizzo di 20 gabbie per la cattura delle nutrie ai cacciatori dell’Atc Reggio est coinvolti nel progetto. Le gabbie sono state cedute al Comune di Reggiolo dal Consorzio di Bonifica Terre dei Gonzaga in destra Po.

Il piano di controllo si basa essenzialmente sul controllo numerico degli esemplari del roditore, che originario del Sud America e importato nel 1929 in Italia per produrre le famose pellicce di “castorino”, ben si è adattato al territorio.

L’elevata presenza di questa specie alloctona, oltre a causare danni alle colture e idraulici, ha un carattere invasivo e rappresenta una minaccia per la conservazione della biodiversità e può pregiudicare lo stato di conservazione di specie faunistiche autoctone o di intere comunità biotiche, tant’è che l’Iucn (International union for conservation of nature) l’ha inserita tra le 100 specie esotiche a maggiore minaccia per la biodiversità a scala globale.

Annunci

Rispondi