ANGELICA A. MONTANARI – “IL FIERO PASTO” ALLA COOP FELTRINELLI DI BOLOGNA

il fiero pasto

di Elena Bello

SABATO 28 NOVEMBRE alle 18 alla Libreria Coop Zanichelli di Bologna, Piazza Galvani n.1/h incontro con la ricercatrice ANGELICA AURORA MONTANARI in occasione dell’uscita del suo libro “IL FIERO PASTO. Antropofagie medievali” (Ed. Il Mulino).

A conversare con l’autrice lo scrittore e storico Valerio Massimo Manfredi, modera Alessandro Vanoli.

CANNIBALISMO.jpg

 

«andaro dove misser Jacomo era in prigione, e per forza rupero, e lui tutto el taglioro in pezi con grande scempio che mai di bestia si facesse, mangiaro le sue carni»

Cronaca senese del XIV secolo

Il libro propone un itinerario pieno di sorprese fra le pieghe del Medioevo europeo, portando in luce una corposa messe di casi che attestano come gli uomini a quell’epoca, in diverse circostanze e per diverse ragioni, si cibassero di carne umana: non solo in situazioni di emergenza come le carestie e i lunghi assedi, ma anche come atto di sfregio nei confronti del nemico o, per converso, come atto di venerazione e d’amore. Diffuso fu anche l’impiego di resti umani per confezionare preziosi e richiestissimi medicinali. Non è stupefacente allora che su queste realtà fiorisse un terrificante immaginario, di cui pure queste pagine ci raccontano, fatto di sette antropofaghe, mostri divoratori, cuori mangiati, bambini arrosto, macabri banchetti di streghe.

Angelica A Montanari.jpg

Angelica Aurora Montanari si è laureata in Storia Medievale all’Università di Bologna; ha poi proseguito gli studi di dottorato a Parigi presso l’École des Hautes Études en Sciences Sociales, sotto la direzione di Jean-Claude Schmitt e Luigi Canetti.

Dopo aver collaborato con la UFF-Universidade Federal Fluminense di Niteroi (Brasile), ha lavorato presso il Dipartimento di Beni culturali dell’Università di Bologna, sede di Ravenna.

Si occupa principalmente di storia e letteratura medievale, antropologia storica, storia del corpo e delle diverse forme di tanatoprassi. Ha pubblicato numerosi studi sull’antropofagia nel Medioevo, rielaborati nel volume Il fiero pasto, uscito con Il Mulino. Ballerina, attivamente coinvolta nell’ideazione di spettacoli coreutici, si interessa inoltre di storia della danza, studiando in particolare immagini e leggende basso medievali sulle danze proibite, maledette, magiche, esotiche e diaboliche.

 

Annunci

Rispondi