GOITO – UNA DUE GIORNI DA LECCARSI I BAFFI

 

a tavola con il re maiale1.jpg

di Paolo Biondo

Un detto, “del maiale non si butta via niente” e, la tradizione di portare in tavola i prodotti derivanti dalla lavorazione delle carni di questo animale, fanno della cultura popolare un patrimonio da non disperdere.

maiale.jpg

Per questo motivo a Goito sabato 9 gennaio a partire dalle 19,30 e domenica 10 gennaio a mezzogiorno, verrà proposta nell’area Feste Aquilone una manifestazione dedicata al maiale denominata “A tavola con il re maiale”.

Un evento ideato e curato dai volontari dell’associazione omonima che i suoi ospiti ci sarà sabato sera, il maestro Romano Adami, e il cantastorie mantovano Wainer Mazza, domenica a mezzogiorno.

In un passato rurale non così lontano, la mattanza del maiale era un giorno di duro lavoro e, al tempo stesso, di festa, di condivisione. Erano albe di giorni gelidi, inverni d’altri tempi. Al termine della macellazione, parenti e amici si ritrovavano seduti a un tavolo a mangiare il riso col pist, il fegato, le ossa bollite e moltissime altre ricette “povere”, forti del motto che “del maiale non si butta via niente”. Ora, l’obiettivo del sodalizio goitese è quello di salvaguardare questa straordinaria eredità storico-gastronomica, devolvendo il ricavato in beneficenza.

Annunci

Rispondi