REGGIOLO – “SIAMO NATI PER CAMMINARE” LA MOBILITÀ A MISURA DI BAMBINO

 ciclabile.JPG

Reggiolo continua a pensare alla mobilità a misura di bambino con la progettazione di nuove piste ciclabili sicure, la valorizzazione dell’attività del bicibus per i percorsi casa-scuola e ora con l’adesione alla campagna regionale “Siamo nati per camminare”. La partecipazione al progetto è stata decisa, all’unanimità dei voti, dalla giunta comunale.

Un modo per proseguire il percorso già avviato e per rafforzare la più ampia visione dello sviluppo del paese che punta sulla condivisione delle esperienze e la progettualità partecipata.

siamo nati per camminare.jpg

Il progetto “Siamo nati per camminare”, giunto alla sua quinta edizione, coinvolge 68 Comuni e promuove la mobilità sostenibile tra gli alunni e i genitori delle scuole primarie.  Concentrandosi sui temi della salute, l’iniziativa sostiene la progettazione partecipata di pedibus e bicibus, valorizzando le esperienze locali già attive e promuove iniziative dedicate alla mobilità sostenibile. A scuola saranno distribuite cartoline che raccoglieranno i messaggi di bambini e dei genitori, destinati al sindaco Roberto Angeli, sul tema delle piste ciclabili e dei percorsi casa-scuola. Sarà anche un modo per disegnare con la propria fantasia il tragitto verso la scuola.

L’iniziativa è un’occasione per spiegare ai più piccoli come si utilizzano correttamente le piste ciclabili e i nuovi interventi di riqualificazione che interesseranno il centro storico, a partire da Piazza Martiri. Saranno infatti sempre più numerose le piste ciclabili che collegheranno il centro alle principali zone del paese.

Riqualificare – spiega l’assessore alle Politiche giovanili Aldo Michelinisignifica anche puntare sui collegamenti ciclo-pedonali e sulla loro sicurezza. Per farlo abbiamo scelto, come per il progetto “Facciamo centro”, un percorso che coinvolga il maggior numero di persone possibile, in questo caso di giovani cittadini, che offriranno certamente utili spunti per rendere ancor più a misura di bambino i nostri progetti”.

 

Rispondi