CCIAA MANTOVA – I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2016

CCIAA MANTOVA.jpg

Secondo i dati elaborati dal Servizio Informazione e Promozione Economica della Camera di Commercio di Mantova relativi all’indagine trimestrale Excelsior (sono escluse dal campione Agricoltura e Pubblica Amministrazione), per i primi mesi del 2016, in provincia di Mantova, le assunzioni previste di lavoratori dipendenti, stagionali e non, ammontano a 870 unità, il 16% in meno rispetto alle 1.040 di un anno prima.

Circa il 56,9% di queste nuove assunzioni è prevista con un contratto a tempo determinato; di queste, il 44,2% è legato a periodi di prova per l’inserimento di nuovo personale, il 23,2% è finalizzato alla copertura di picchi di attività, il 18,8% ha carattere stagionale e un altro 13,9% è rivolto alla sostituzione di dipendenti temporaneamente assenti. Le assunzioni a tempo indeterminato, invece, risultano pari al 34,3%, il 5,6% riguarda contratti di apprendistato, mentre il restante 3,1% contratti di altro tipo.

Il 67,8% del totale delle assunzioni di lavoratori dipendenti programmate nel periodo gennaio-marzo si concentra nei servizi, in leggera diminuzione rispetto a quanto avvenuto nel trimestre precedente; l’industria (comprese le costruzioni) si attesta, invece, al 32,2% del totale. Tra i servizi ad esprimere una maggior richiesta di lavoro vi sono il commercio (20,5%), le attività degli “altri servizi” (18,2%) e i servizi alle persone (13,6%). L’industria, invece, attiva nuovi contratti di lavoro nel settore della metalmeccanica ed elettronica (13,6%), nelle altre industrie (6,8%) e nel tessile-abbigliamento (5,7%).

grafico1.jpg

Nel dettaglio delle professioni, la più richiesta nella provincia di Mantova è la categoria dei commessi e altro personale qualificato nelle attività commerciali; consistenti risultano anche le assunzioni di operai metalmeccanici ed elettromeccanici, delle professioni generiche e del gruppo dei cuochi, camerieri e professioni simili.

grafico2.jpg

Diminuiscono le difficoltà attese dalle imprese mantovane nel reperire i profili desiderati (13,5%), ma per oltre la metà dei nuovi inserimenti viene richiesta un’esperienza di lavoro (52,4%).

La quota di personale con una formazione medio-alta (diploma e/o laurea), complessivamente in questo trimestre ammonta al 52%; per il 16,3% una qualifica professionale e per il restante 31,7% non viene richiesta alcuna formazione specifica.

grafico3.jpg

Per il primo trimestre dell’anno, le opportunità offerte specificamente alle donne interessano solo il 9,9% delle assunzioni, mentre la preferenza di giovani al di sotto dei 30 anni riguarda il 39,2% delle assunzioni, impiegabili nella quasi totalità dei settori.

Annunci

Rispondi