MANTOVA – IL MUSEO FRANCESCO GONZAGA PRESENTA: “SIMBOLI DI SPIRITUALITÀ” di ALESSANDRO DOCCI

Alessandro-Docci-Simboli-di-spiritualita-420x418

Simboli-di-spiritualita-420×418

Dal 4 al 19 GIUGNO 2016

Inaugurazione: sabato 4 Giugno – ore 16.30

Nell’ambito delle iniziative culturali programmate in occasione di “Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016”, il Museo diocesano Francesco Gonzaga di Mantova, Piazza Virgiliana, 55, presenta dal 4 al 19 giugno 2016, la mostra personale del pittore Alessandro Docci dal titolo “SIMBOLI DI SPIRITUALITÀ”.

L’esposizione è curata da Daniele Lucchini ed è accompagnata da un catalogo edito da Fondazione Emanuele Marazzi.

Alessandro Docci può ancora essere definito artista figurativo. Un artista figurativo che però reinterpreta le forme, lasciando correre la fantasia.

Come in un gioco l’artista mescola alfabeti, linee e colori a richiami più dotti e a simboli del passato fino a civiltà remote.

 

Saragoza-2015

Saragoza-2015

La stessa serie delle mappe di città reinterpretate di fantasia, presentata da Docci lo scorso anno a Cesena nel contesto dell’Expo, è un’operazione di trasformazione onirica di città africane – e non a caso, in quanto legate al tema del cibo, problema cronico per l’Africa – che non può non far venire in mente quelle raffinatissime delle Città invisibili di Calvino.

MOSTRA_MANTOVA.jpg

La fantasia con cui evolvono le figure di Docci però non è mai sfrenata e anarchica. Sempre è condotta, guidata, se così si può dire: tanto l’ispirazione, di partenza o di arrivo, quanto i suoi contorni sono sempre ben riconoscibili, cromaticamente o linearmente. E all’interno di queste campiture così riconoscibili si affastellano le lettere e i simboli, in libertà sì, ma all’interno di quello spazio definito. Insomma c’è sempre un ordine.

Se infatti l’affastellarsi di lettere, anche da diversi alfabeti, e simboli remoti evidenziano il rischio, oggi più che mai evidente, di incomprensibilità ed incomprensioni, proprio questa ricerca di ordine lascia intendere la possibilità di ricomporre il linguaggio; se non nelle linee astratte e razionali codificate delle culture, almeno negli universali di forme da tutti riconoscibili.

Ecco dunque rovesciarsi quella prima impressione di caos chiuso in tracciati pronti a esplodere, che si ha avvicinandosi la prima volta all’opera di Docci. Essa mostra di rappresentare invece la molteplicità nel momento in cui sta per prendere una forma a tutti riconoscibile, pur nelle differenze individuali.

Alessandro Docci.jpg

Alessandro Docci nasce a Desio, ma la vita artistica si sviluppa a Milano. Dal 1970 al 1990 alterna le sue tre grandi passioni, musica, fotografia e pittura. Nel 1977 inizia il percorso pittorico con la partecipazione alla “Biennale nazionale di pittura contemporanea città di San Leo” (PU) nelle edizioni 1977-1979-1981. Nel 1990, anno in cui espone presso il salone della sede centrale della Banca Popolare di Milano,  inizia una lunga serie di mostre dedicandosi interamente alla pittura. Dal 1994 frequenta il centro “ Sassetti Cultura” di Milano insieme ad importanti maestri contemporanei quali Ibraim Kodra, Ernesto Treccani, Attilio Zanchi ed altri. La collaborazione culmina nell’iniziativa patrocinata dalla Provincia di Milano “Arte in Area“ per la riqualificazione delle aree metropolitane dismesse; di questa se ne occupò anche il quotidiano “La Repubblica” con un ampio servizio. L’attività del centro ha promosso e realizzato mostre collettive in omaggio a grandi poeti, scrittori e registi del secolo scorso quali Cesare Pavese, Pierpaolo Pasolini e Federico Fellini.  Nel corso delle manifestazioni vi erano momenti di letteratura e poesia. Dal 2009 fa parte degli artisti del Museo La Permanente di Milano.

Orari: mercoledì – domenica h 9.30 – 12.00 / 15.00 – 17.30 . Chiusura: lunedì e martedì

Informazioni: telefono e fax 0376 320602 – info@museofrancescogonzaga.it

Annunci

2 pensieri su “MANTOVA – IL MUSEO FRANCESCO GONZAGA PRESENTA: “SIMBOLI DI SPIRITUALITÀ” di ALESSANDRO DOCCI

Rispondi