REGGIOLO – TUNNEL DELL’ARMONIA a PALAZZO SANSORETTI

Tunnel di armonia.JPG

Scacciapensieri e oggetti in creta realizzati dai Servizi del territorio appesi nella galleria d’ingresso di palazzo Sartoretti. Durante la Fiera di luglio i manufatti degli ospiti della Casa di residenza comunale per anziani, del centro diurno, della casa di residenza Villa Aurora, della casa protetta Santa Maria delle Grazie, del centro socio riabilitativo diurno Sartoretti di Fabbrico, del nido comunale Bamby e dei commercianti reggiolesi, daranno il loro benvenuto ai visitatori. Il suono di questi oggetti accarezzati dal vento ricorderà le voci delle tante persone che hanno collaborato e condiviso questo progetto creativo.

Il progetto nasce dalla collaborazione e dagli scambi costruttivi che sono frutto di diverse attività realizzate insieme dalle varie realtà del territorio e che, nel corso degli anni, hanno portato a positive opportunità di socializzazione e integrazione. Il coinvolgimento dei commercianti reggiolesi nella realizzazione degli scacciapensieri mostra l’attenzione e la vicinanza del paese ai Servizi del territorio. La realizzazione di questi “scacciapensieri” in atelier ha permesso la condivisione e la collaborazione tra gli ospiti delle strutture che si sono scambiati esperienze e hanno seguito le letture animate a cura di Mauro Brioni.

Un caloroso ringraziamento – hanno detto gli operatori dei Servizi alla persona – va alle mamme dei ragazzi del Centro diurno Sartoretti, che hanno partecipato attivamente al progetto, e alle associazioni di volontariato locali che supportano sempre il lavoro dei servizi. In particolare un grazie ai volontari dell’Auser di Reggiolo che si sono occupati dei trasporti da una struttura all’altra durante i laboratori, ai volontari della locale Pro loco che collaborano nell’allestimento del tunnel. E come non dimenticare la fornace Brioni che ha cotto la creta. A seguito di questo percorso, durante un in incontro aperto al pubblico, nel mese di settembre verrà illustrato il tema della relazione d’aiuto con il coinvolgimento di specialisti”.

Rispondi