PHIL GRANDINI – “GIOCO D’AZZARDO” e IL TOUR ESTIVO

Gioco D'Azzardo Cover_Ph. Paolo Bertazza.jpg

È da qualche giorno online il video di  “GIOCO D’AZZARDO” del cantautore emiliano PHIL GRANDINI primo singolo estratto dall’omonimo secondo album e disponibile in digital download e su tutte le principali piattaforme streaming. Il video di “GIOCO D’AZZARDO”, realizzato da Paolo Bertazza e girato tra le strade della città di Bologna, è visibile al link: www.youtube.com/watch?v=VaEBleKfuG8.  

Phil Grandini, la sua prima canzone l’ha scritta all’età di 15 anni. Durante la sua carriera musicale incontra Andrea Baino e Marco Di Giuseppe, amici e grandi musicisti, con i quali intraprende una collaborazione che nel 2013 darà vita al suo primo album ufficiale ”Finte Verità”. Oltre alla sua attività musicale come solista, Phil è frontman nelle cover band Riflesso e Timodà, con cui si esibisce in giro per l’Italia, presentando anche i brani del suo nuovo lavoro.

Abbiamo rivolto alcune domande a Phil Grandini sul suo percorso di artista

Phil Grandini_1_Ph. Paolo Bertazza.jpg

Un sentimento messo a nudo ed un amore finito. Quanto di autobiografico c’è in questa canzone e quale sarà il mood dell’intero album?

Innanzitutto in questo pezzi c’è tanto di autobiografico, credo che in ogni sentimento in cui c’è da lasciarsi andare, sia davvero difficile e pericoloso. Per questo a volte si rivela la cosa più bella che possa accadere ma bisogna avere coraggio per abbattere i muri. Il mood del disco invece è molto vario si parla di tanti argomenti: dall’amicizia, a come credo potrei crescere un eventuale figlio, a come le persone affrontano sentimenti fatti solo di illusioni, a sogni disillusi ecc. Insomma un disco policromatico sia come testi che come arrangiamenti e generi.

Qual è stata, per te, la maggior difficoltà che hai riscontrato nello scrivere questa canzone?

In realtà non ho avuto difficoltà è venuta fuori così aveva bisogno di uscire come succede con molte delle mie canzoni

Il tuo percorso musicale ti ha portato ad un genere che mescola le sonorità pop con quelle più prettamente cantautoriali italiane. Chi sono stati i tuoi maestri musicali e quali sono gli influssi che maggiormente hanno segnato la tua carriera?

Ho sempre ascoltato di tutto, dai Queen a de Gregori passando per Oasis, Beatles, Vasco Rossi, Ligabue,   Fabrizio de Andrè  e tanti altri quindi credo che quando ascolti tanta varietà qualcosa ti rimane, sarebbe bellissimo aver preso anche l 1% da ognuno ma sarei un vero ottimista e un po’ presuntuoso.

Ti attende un tour italiano con numerose date su e giù per lo Stivale. Quali sono le tappe a cui sei particolarmente legato e quelle che, secondo te, potrebbero essere dei banchi di prova interessanti per la tua carriera?

Il tour che sto facendo è insieme alla mia cover band: i Riflesso/Timodà . Ci sono due nomi perché facciamo sia cover a 360° che spaziano dal pop al rock che il tributo ai Modà. Da qualche tempo inserisco le mie canzoni in questi ambiti e vendo i cd ai concerti e sono felice di questa scelta coraggiosa perché sto notando la gente che apprezza molto. Però da settembre inizierò a lavorare su show tutto intorno al disco e metteremo giù le date insieme ai miei impresari. Sarà divertente e non vedo l’ora.

Cantautore e frontman di due coverband. Quale di questi ruoli senti maggiormente adatto a te e perché?

Sento che mi si adatti ogni cosa che mi porta sul palco, io ci vivrei sul palco ho bisogno del pubblico ho bisogno della loro energia…dei loro occhi.

Sei un giovane cantante che sta intraprendendo l’ardua scalata verso i grandi palcoscenici italiani. Quali sono i consigli che ti senti di dare a coloro che vogliono seguire le tue orme artistiche?

Di non seguire consigli ma di seguire esempi di non farsi fuorviare da mondi che sembrano dorati ma sono solo placcati oro dentro sono di piombo e ti portano in fondo. Devono essere autentici sempre a costo di essere impopolari. La costanza e la coerenza pagano sempre.

Diamo un’occhiata ai tuoi impegni futuri. Che cosa ci regalerà Phil Grandini dopo “Gioco d’Azzardo”?

Dopo gioco d’azzardo ci saranno concerti e altri video. State connessi e vedrete tutto quello che ho da dare. Un abbraccio

Phil Grandini_2_Ph. Paolo Bertazza.jpg

Le prossime date del tour estivo:

giovedì 4 AGOSTO a Anguillara Veneta (Padova) – Festa della Birra,  5 AGOSTO a Soverzene (Belluno) – Festa della Birra, 6 AGOSTO a Andalo (Trento) – Festa di piazza, 10 AGOSTO a Spina (Ferrara) – Meridiana Lido,  12 AGOSTO a Valliera (Rovigo) – Fiera di San Rocco, 13 AGOSTO a Gron (Belluno) – Festa della Birra, 14 AGOSTO a Mura (Brescia) – Ferragosto Murense , 15 AGOSTO a Ponte di Legno Legno (Brescia) – Festa di piazza , 25 AGOSTO a Belluno – Festa di piazza, 26 AGOSTO a Roverchiara (Verona) – Villa Canova e 27 AGOSTO a Pedavena (Belluno) – Birreria Pedavena.

 http://www.philgrandini.it/www.facebook.com/PhilGrandiniwww.twitter.com/philgrandiniwww.youtube.com/channel/PhilGrandini

Rispondi