MANTOVA – IN SANT’ANDREA ORDINAZIONE PRESBITERALE DI DUE NUOVI SACERDOTI

I nuovi sacerdoti della Diocesi di Mantova.jpgLa Chiesa di Mantova è pronta a accogliere due giovani ragazzi che, concluso il cammino pluriennale di formazione, stanno per iniziare il proprio servizio presbiterale. Il vescovo Marco Busca li ordinerà domenica 16 ottobre alle 16.30 in Sant’Andrea. Per don Filippo Longobardi e don Samuele Bignotti si tratta di un momento atteso a lungo, da quando hanno deciso di dedicare la propria vita a trasmettere il Vangelo.«Il primo dono che il Signore mi ha dato è stato farmi crescere in una bella famiglia – dice Filippo, nato a Mantova il 23 dicembre 1991 – con due genitori che hanno educato me, mio fratello e mia sorella a esserci l’uno per l’altro». La maturazione della fede lo ha portato a riflettere sul senso della vita e a entrare in seminario. «Accompagnato nella crescita vocazionale – continua – ho cercato di capire se la mia chiamata fosse servire la Chiesa diventando sacerdote o facendo altro. Così, dopo la maturità, ho cominciato il percorso di studi verso l’ordinazione». Diacono dall’aprile 2015, Filippo ha svolto il ministero nell’unità pastorale “Terre matildiche”, composta dalle parrocchie di Gonzaga, Palidano, Bondeno, Pegognaga e Polesine.

Anche per Samuele, nato a Castigione delle Stiviere il 10 gennaio 1991, la famiglia è stata un pilastro, insieme al servizio in parrocchia. «Fin da bambino desideravo diventare prete e fare della mia vita un dono – racconta – e questa speranza non è mai stata frenata dai miei genitori». Nei primi anni delle superiori, al liceo scientifico, nasce in lui l’idea di entrare in seminario per iniziare un percorso di discernimento vocazionale. «Ho abitato il seminario come fosse casa mia – spiega – poiché desideravo che si sentisse la vitalità che era in me e nei miei compagni. Seguivo l’impegno di rendere bella la nostra casa, perché il Signore ci chiama ad abitare irradiando attorno a noi la sua luce».

Da quattro anni Samuele presta servizio come diacono nelle parrocchie di Castel Goffredo e Casalpoglio. Adesso è il momento di scrivere una nuova pagina: «Sarò presbitero e ringrazio quanti mi hanno accompagnato in questo percorso per avermi aiutato a seguire Gesù. Auguro a tutti i giovani di trovare una Chiesa così perché, come dice il papa, la Chiesa è madre di vocazioni».

(photo sito diocesi di Mantova)

 

Annunci

Rispondi