CASTEL GOFFREDO – COMPIE UN ANNO LO SPORTELLO “DONNE IN ASCOLTO”

DONNE IN ASCOLTO - CASTELGOFFREDOA Castel Goffredo, ufficialmente è nato il 25 novembre 2015 nella giornata “Contro il femminicidio”, ma per chi ci ha creduto e ci crede, è nato molto prima. È lo sportello “Donne in ascolto”. Grazie alla  grande sensibilità delle Acli provinciali e locali, della parrocchia, dell’assessorato alle politiche sociali in collaborazione con la Commissione pari opportunità e di diverse volontarie, che con passione e grande impegno hanno partecipato a corsi di formazione e fatto molte ore di presenza allo sportello di Telefono rosa a Mantova, il tutto per imparare come rapportarsi, saper ascoltare, saper indirizzare chi chiede aiuto, verso il professionista in grado di aiutare.

Perché questo punto di ascolto? Per essere vicine alle coppie, alle famiglie che entrano a vivere momenti di conflitto e di incomprensioni. Queste situazioni se non vanno affrontate in tempo, potrebbero degenerare togliendo la serenità iniziale. Accoglienza, fiducia ma soprattutto ascolto sono le prime azioni che lo sportello mette a disposizione in piena riservatezza. Insieme si decide il percorso da intraprendere, primo fra tutti la riscoperta della propria autostima e della propria forza interiore. Le figure professionali che collaborano e intervengono in base al bisogno sono psicologi e avvocati.

Il motto è “donne in ascolto di altre donne”, un aiuto concreto contro la violenza: insieme è più facile.

Lo sportello “Donne in ascolto” è aperto tutti i lunedì non festivi dalle ore 14 alle ore 16.

Rispondi