MANTOVA – DOPO MOLTI ANNI RITORNA LA CANOA INTERNAZIONALE. L’ITALIA RIPARTE E GUARDA DRITTA VERSO TOKYO 2020

Trofeo Internazionale Sparafucile.jpg

La canoa italiana è pronta a tornare in azione e per farlo, dopo l’antipasto andato in scena tra Castel Gandolfo (campionato italiano in campo corto) e Candia (tricolori di fondo), ha scelto Mantova, teatro nel fine settimana del Trofeo Internazionale Sparafucile che assegnerà le prime medaglie pesanti del 2017.  L’evento è stato presentato questa mattina, 7 aprile, in Comune a Mantova dal primo cittadino, Mattia Palazzi e dall’assessore allo sport Paola Nobis e dalla dirigenza e atleti del mondo della canoa.

Un evento, quello di sabato 8 e domenica 9 aprile, importante anche perché sarà teatro della prova indicativa per i senior e della prova selettiva di paracanoa in vista della Coppa del Mondo di Szeged. 
Sabato 8 aprile, dalle 08.30, spazio alle batterie per canoa e paracanoa sulle distanze dei
200, 500 e 1000.

Dalle 14.30 alle 19.00 le semifinali, valide per la paracanoa come prima prova selettiva; domenica 9 aprile invece, fin dal mattino, spazio alle finali per tutte le categorie valide come prova indicativa per la canoa e come seconda prova selettiva per la paracanoa.

Una gara importante, alla quale ovviamente non mancheranno i big e i protagonisti azzurri alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Non solo Italia però, ma anche molte nazioni straniere e un totale di 418 atleti in rappresentanza di 57 società e delle nazionali di Germania, Polonia, Svizzera, Portogallo, Lituania, Austria, Croazia, Canada, Finlandia, Slovenia, Israele, per un mix complessivo di 1023 atleti/gara.

Archiviata la due giorni di gare, spazio al raduno che vedrà la nazionale impegnata a
Mantova dalla sera di domenica e fino al 28 aprile. I risultati in diretta della gara saranno disponibili sul sito federale, nella sezione risultati online al link http://www.federcanoa.it/risultati-on-line-1.html

trofeo sparafucile mantova.jpg

Come Federazione e squadra azzurra continuiamo ad essere a Mantova e lo facciamo
nel segno della tradizione, a conferma dell’importanza che ha per l’intera canoa italiana
questo territorio in cui siamo presenti e collaboriamo con la LNI Mantova e con la
Canottieri Mincio – spiega il presidente federale Luciano Buonfigliosiamo qui perché
il campo di gara è ideale per la nostra attività dal punto di vista tecnico e non è un caso se anche quest’anno, proprio qui a Mantova, gli azzurri si fermeranno per diversi mesi di allenamento in preparazione ai grandi appuntamenti internazionali, mondiali compresi. Ecco perché auspichiamo che le istituzioni possano continuare ad aiutarci migliorando ulteriormente la situazione del campo gara; molto è stato fatto e di questo siamo grati alle istituzioni, ma far crescere ancora Mantova significa aiutare tutto lo sport italiano. Anche quest’anno portiamo migliaia di atleti sommando i partecipanti ai vari eventi nazionali e internazionali che andremo a svolgere su queste acque. Atleti che, accompagnati da tecnici, tifosi e appassionati, contribuiscono in maniera sportiva ma anche economica alla crescita del territorio. Per noi Mantova è fondamentale per costruire la squadra che andrà ai prossimi giochi olimpici di Tokyo 2020, per valorizzare i talenti che abbiamo e individuarne di nuovi. Ed è con grande piacere che ci prepariamo a vivere questa due giorni intensa, spettacolare e sicuramente coinvolgente”.

Mantova accoglie con grande entusiasmo il Trofeo Internazionale Sparafucile che
quest’anno assume un significato particolare perché guarda già da ora a Tokyo 2020 –
commenta il Sindaco di Mantova Mattia Palazziun benvenuto alle squadre nazionali
che si sfideranno nell’edizione 2017. Si tratta di un appuntamento che fa onore alla città e che per due giorni diventa una vetrina mondiale della canoa. La nostra città ha investito ulteriormente nell’impianto sportivo del campo canoa portando a termine i lavori di ristrutturazione della casetta che ospita i giudici di gara, dei pontili e rendendo più agevole lo svolgimento della manifestazione sportiva. Il nostro Centro, che è anche sede degli allenamenti azzurri, è una struttura all’avanguardia e tecnologicamente avanzata nello scenario di straordinaria bellezza che offre il panorama di Mantova dal Lago Inferiore. Dunque, un grazie a tutti gli organizzatori che ci regaleranno due giornate di grande sport”.

Torno sempre con grande emozione a Mantova perchè qui, dal 1990 al 2012 ho vissuto
periodi intensi, finalizzati alla ricerca della perfezione in vista poi degli appuntamenti
internazionali. La città e il campo di gara sono ottimali ed è ogni volta un piacere tornare
qui – spiega il dt azzurro Guglielmo Guerrini – chiaro che stavolta, in qualità di direttore
tecnico, compiti e aspettative sono diversi rispetto al passato. Il primo obiettivo è quello di lavorare per portare gli atleti, passo dopo passo, ad esprimersi al meglio, raggiungendo livelli elevati dai quali partire per crescere ulteriormente e dare compattezza alla squadra e valore ai risultati. Per farlo, ed è questo ciò che sta alla base del lavoro iniziato diversi mesi fa, abbiamo costruito uno staff di lavoro coeso e capace di parlare lo stesso linguaggio. Linguaggio che speriamo possa essere accolto da tutte le società, e parlato fin dai settori giovanili sul territorio così da creare un metodo comune con il quale confrontarci fino all’alto livello. Così facendo andremo a dare messaggi e indicazioni chiare ai nostri atleti; e soprattutto, parlando una sola lingua e usando un’unica concezione tecnico programmatica a partire dai giovani e fino ad arrivare ai senior, prepariamo un percorso che ci permetterà di dare una continuità anche in futuro”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.