MANTOVA – DEVIANZA, EMIGRAZIONE E RECUPERO: I giovani raccontati da don Claudio Burgio, il 13 maggio nell’aula magna del Seminario Vescovile

don claudio burgio.jpg

I giovani raccontati da don Claudio Burgio, sabato 13 maggio alle 10 nell’aula magna del Seminario Vescovile. L’incontro è aperto a tutti.

«Quando vi sono comportamenti antisociali come furti, spaccio, violenze e perfino omicidi resta la brutalità del gesto che però non intacca l’uomo». È questo il punto di vista dal quale partirà l’incontro, aperto a tutti, condotto dal cappellano dell’istituto Beccaria di Milano. Sarà infatti don Claudio Burgio, sacerdote della diocesi milanese, il relatore invitato dal centro Solidarietà Carcere di Mantova. L’incontro ha come titolo “Non esistono ragazzi cattivi. Tra devianza, emarginazione e recupero”.

Accanto all’attività pedagogica che lo vede impegnato quotidianamente con i ragazzi delle comunità, numerosi sono gli interventi in dibattiti ed incontri pubblici su temi sociali di attualità, su spiritualità, educazione, famiglia, tossicodipendenza, emarginazione giovanile.

burgio_ragazzi_cattivi.jpg

È autore di “Non esistono ragazzi cattivi”, racconto-testimonianza dei primi anni vissuti a fianco dei ragazzi del carcere minorile e delle comunità Kayròs. Da sempre interessato al mondo dello sport, fonda nel 2005, insieme ad altri preti, la “Selecao Internazionale Sacerdoti Calcio”, una simpatica iniziativa che coinvolge più di cento preti italiani e stranieri uniti dalla comune passione per lo sport e che promuove progetti di solidarietà su tutto il territorio nazionale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.