MANTOVA – La CHIOCCIOLA disegnata dalla cantante GIORGIA è l’animale protagonista di SEGNI NEW GENERATION FESTIVAL 2017

Cristina Cazzola con la chiocciola

Cristina Cazzola con la chiocciola

Antenne come note musicali, un sorriso accennato, come sempre tanto carattere in poche e semplici linee, tutte da colorare: è la chiocciola disegnata dalla cantante Giorgia la protagonista del dodicesimo Segni New Generation Festival, la rassegna internazionale d’arte e teatro organizzata dall’Associazione Segni d’infanzia, dal 28 ottobre al 5 novembre.

Dopo il lupo di Dario Fo del 2016 era quasi impossibile trovare un artista illustratore in grado di eguagliarne il tratto grafico, la storia del festival vanta grandi personaggi della cultura italiana, che sono tornati bambini abbracciando un’operazione artistica che ha prodotto una media di 5 mila opere ogni anno, inviate da artisti bambini e ragazzi da tutta Italia. Non solo Dario Fo ma anche Altan con il bombo, Alessandro Bergonzoni con il ragno, Virgilio Sieni con la cicogna e Alessandro Sanna con il pipistrello.

Tutti personaggi conosciuti, amati, incredibilmente comunicativi ed internazionali, la cui prima competenza non è necessariamente il disegno, che sono diventati testimonial di un progetto culturale unico in Italia divertendosi ad essere, con pochi ma espressivi tratti, da grande stimolo per tanti bambini.

È qui che Giorgia, tanto nota e amata per la sua voce, spiazza tutti: “Sono così felice che la mia chiocciolina vi sia piaciuta e sia in sintonia col vostro magnifico progetto, per me è veramente un onore esserne parte, riuscire a creare un’occasione per far esprimere i giovanissimi è oro in un tempo così difficile”.

Un’occasione per fare vero turismo culturale incontrando le esigenze non solo delle scuole ma anche delle famiglie, otto giorni di lenta immersione nell’arte del teatro per l’infanzia e le nuove generazioni”: è un modello che cresce e si evolve quello illustrato da Cristina Cazzola, direttrice artistica e presidente dell’Associazione Segni d’infanzia, contestualmente alla presentazione del disegno della chiocciola firmato da Giorgia, la prima donna prestata dal mondo della musica all’illustrazione dell’animale simbolo, che non è solo comunicazione visuale ma anche identitaria. Dal 28 ottobre al 5 novembre 2017, 300 eventi distribuiti nel tempo e nello spazio per un pubblico dai 18 mesi ai 18 anni, saranno anche l’occasione per riflettere su tematiche attuali senza mai rinunciare al divertimento. E’ così che SEGNI per il dodicesimo anno di fila porta Mantova ai primi posti a livello nazionale per offerta culturale e conferma una proposta in continuo miglioramento, in grado di selezionare e riproporre spettacoli di altissimo livello.

“Sono orgogliosa di sapere che è una donna ad illustrare l’animale simbolo di quest’anno, e lo dico anche da Assessore alle Pari Opportunità – è il commento di Marianna Pavesi – perché significa che qualcosa si muove anche a livello di sensibilità. E’ un festival importante perché non è solo teatro ma anche un’opportunità di crescita per coinvolgere le scuole della città ed è una splendida occasione per alimentare davvero quell’idea di turismo culturale diffuso, tanto caro alla nostra amministrazione”.

Tra le novità del 2017 approda a SEGNI anche un appuntamento importante per il teatro per ragazzi a livello mondiale, a cui l’Associazione Segni d’Infanzia sta lavorando da tempo. Nel maggio scorso Cristina Cazzola, è volata a Cape Town in Sudafrica in occasione del Congresso Mondiale delle Arti Performative di Assitej, insieme a mille delegati provenienti da 100 paesi del mondo per partecipare all’incontro organizzativo che porterà a Mantova il meeting dell’Esecutive Commette di Assitej international. Nei giorni del festival arriveranno 16 direttori provenenti da Sud Africa, Giappone, Islanda, Cina, Messico, Russia, Australia, Canada, India per quello che in sostanza sarà il “G8 del teatro ragazzi”.

Presenti all’annuncio del disegno ufficiale di questa edizione che lancia anche il concorso “Colora l’animale simbolo” la cooperativa Alkémica che grazie alla collaborazione con il Parco del Mincio gestisce la Ludoteca del festival, Global Informatica che è fra i partner più solidi fin dalla prima edizione, la Nuova Scuola di Musica e Nicola Malaguti, fotografo ufficiale del festival. Un ringraziamento speciale da parte dell’organizzazione è stato speso per il Comune di Mantova, che ha confermato il suo sostegno a inizio anno permettendo una programmazione completa e puntuale, ma fanno parte del lungo elenco anche Agenzia Nazionale per i Giovani, Ufficio d’informazione a Milano del Parlamento Europeo, Istituto Francese e Fondazione Nuovi Mecenati, Reale Ambasciata di Norvegia, Circolo Cral Uniti si Vince Mantova-Suzzara, Farmo, Norwegian SeaFood Council Fondazione BAM. Danno il loro patrocinio MIBACT, Regione Lombardia, Unicef e Camera di Commercio di Mantova.

Sono molti i simboli di cui è portatrice la chiocciola, insieme alla sua casa: è un inno al procedere lentamente per andare lontano, con costanza e occhi fissi sull’obiettivo, come ha fatto e continua a fare il festival Segni, che cresce e matura in ogni sua scelta e sa di avere ancora tanta strada da fare con e per il suo pubblico. Con la spirale del suo guscio la chiocciola è infatti evoluzione costante che parte da un punto per allargarsi, crescere, accogliere.

Nel mondo di oggi, così proiettato alla comunicazione tecnologica veloce e diffusa, è simbolo di connessione fra persone lontane. Contemporaneamente, la sua casa la segue ovunque, è sicura e accogliente. Il tratto elicoidale suggerisce capacità di ascolto e insieme esprime il movimento verso l’alto che regola l’universo.

Il concorso “colora l’animale simbolo”

chiocciola giorgia logo .jpgNegli oltre 300 eventi in otto giorni dedicati alle “nuove generazioni” dai 18 mesi ai 18 anni, Segni New Generation Festival si lascerà ispirare proprio dalla chiocciola portando a Mantova un’edizione imperdibile ed estremamente attuale, grazie ai molteplici linguaggi del teatro, che è capace di raccontare con efficacia e sensibilità la semplicità delle piccole cose, la maternità e la parità di genere, il rapporto con le nuove tecnologie, l’accoglienza, l’amicizia, la consapevolezza della crescita e l’importanza dell’apertura verso il nuovo.

Da martedì 4 luglio 2017 la chiocciola di Giorgia è protagonista del nuovo concorso “Colora l’animale” della dodicesima edizione del festival, ed è scaricabile dal sito
www.segnidinfanzia.org.

La partecipazione è gratuita e volontaria e aperta a tutti: famiglie, scuole, gruppi, dedicato a tutti coloro che amano esprimere la propria creatività, senza limiti.

È possibile usare la carta, oppure un altro materiale come cartone, legno e trasformarlo in una scultura, o ancora realizzare una foto, un video, un testo, una poesia.

La partecipazione al concorso comporta per il partecipante l’accettazione delle regole e delle clausole contenute nel regolamento pubblicato online.

Annunci

Rispondi