MANTOVA – All’ACCADEMIA NAZIONALE VIRGILIANA: presentazione del libro “LA FABBRICA SPORCA” di CARRERI

la fabrica sporcaQuarant’anni dopo il terribile incidente dell’Icmesa la “lezione di Seveso” viene raccontata nel libro La fabbrica sporca di Vittorio Carreri, medico igienista e dirigente sanitario che in quei giorni difficili fu chiamato a gestire l’emergenza nei territori contaminati dalla diossina.

Venerdì 20 ottobre alle 16,30 l’Accademia Nazionale Virgiliana (Mantova, via Accademia 47) ospita nella Sala Ovale la presentazione del libro; intervengono, con l’autore e l’editore Nicola Sometti, protagonisti istituzionali e della prevenzione sanitaria: Mattia Palazzi, Nanni Rossi, Giorgio Cosmacini, Luigi Benevelli.
L’incontro è presieduto da Piero Gualtierotti, presidente dell’Accademia Virgiliana.

Dal 10 luglio 1976, nel giro di pochi giorni, una nube tossica diede origine a un grave inquinamento ambientale e a casi di cloracne in alcune decine di bambini della zona di Seveso, hinterland milanese. Solo dopo qualche giorno fu chiara la responsabilità dello stabilimento chimico ICMESA; una dreck fabric, una fabbrica sporca, come ha ammesso solo alcuni anni dopo l’allora direttore tecnico della Givaudan, Jorg Sambeth.
Il terribile incidente fu il detonatore di una serie di eventi; Vittorio Carreri, allora responsabile del Servizio Igiene Pubblica della Regione Lombardia, fu un protagonista di quella vicenda, che descrive ed interpreta in questo libro. L’autore compara e incrocia dati tecnici e scientifici, restituendoci al tempo stesso il difficile clima dell’epoca, le polemiche spesso strumentali e le difficoltà in cui le istituzioni furono costrette ad operare.
Grazie a questo libro emerge tuttavia, in tutta la sua concretezza, un inedito lavoro di squadra tra Regione, Stato, Autorità Internazionali, ma anche Università ed Istituti di Ricerca. Una collaborazione di grado insperato per l’epoca, che portò le Istituzioni ad un’azione comune di alto livello. Una lezione da non dimenticare.

Vittorio Carreri, mantovano di origine e milanese di adozione, è medico igienista, ricercatore, scrittore.
Per molti anni è stato responsabile della prevenzione sanitaria alla Regione Lombardia: in questa veste si è occupato della gestione dell’emergenza ambientale e sanitaria dovuta al disastro di Seveso, per cui è stato premiato con la medaglia d’oro al merito della sanità pubblica nel 2003.

vai a La fabbrica sporca

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.