GAZOLDO D/IPPOLITI – MOMENTI DEDICATI ALLE DONNE, ALLA GRANDE MUSICA e ALLA FILANTROPIA AL POSTUMIA

Andrea medola.jpg

L’associazione Postumia di Gazoldo degli Ippoliti invita il pubblico ad un nuovo appuntamento che si terrà domenica pomeriggio a partire dalle 17 in Rocca Palatina Palazzo Bacchelli Bosoni (via Marconi 123).

Nanni Rossi, direttore artistico dell’associazione tiene a sottolineare che vi soranno due momenti molto interessanti  – “il debutto per Postumia del giovane talentuoso pianista gazoldese, ANDREA MEDOLA e il libro che presenteremo, davvero eccellente, che si caratterizza per due racconti particolari, con approfondimenti inediti ed immagini eccezionali: la vita di trincea per parte italiana e per parte austriaca, con la focalizzazione originale tra gli altri di due personaggi, Benito Mussolini tra le truppe
italiane e Karol  Woytila, padre omonimo del futuro pontefice, tra le truppe austroungariche. L’omaggio poi a Maria Plozner Mentil, l’eroina simbolo di quelle donne che ogni giorno risalivano a piedi pendii, vallate e cime del Carso e del Cadore per rifornire i soldati italiani nelle trincee.”
“Le donne nella Grande Guerra 1915-1918” Le portatrici carniche e venete, gli angeli delle trincee, scritto a due mani da Enrico Meliadò e dal gen. degli Alpini Roberto Rossini (Ed. Sometti).

le donne nella grande guerra

Non si può raccontare la Grande Guerra sulle nostre montagne senza toccare una storia eroica e dimenticata per quasi un secolo, quella delle portatrici carniche e venete: Maria Plozner Mentil è l’eroina simbolo di quelle donne che ogni giorno risalivano a piedi pendii e vallate per rifornire i soldati italiani nelle trincee; donne coraggiose che risposero presente all’appello dell’esercito italiano in difficoltà, sulle aspre cime del Carso e del Cadore.
Con più di 500 immagini, il libro di Meliadò e Rossini rende omaggio a questa vicenda raccontando la tragedia di una guerra infinita, che mai prima di allora aveva richiesto tanto dolore e tanta fatica; troviamo quindi i movimenti degli eserciti, una breve cronaca degli scontri sul fronte carnico e soprattutto la grama vita di trincea, con le lettere dal fronte, le cartoline di propaganda, il conforto religioso, il cibo in scatola, e alcune vicende personali come quelle che videro protagonisti Mussolini e Karol Woytila, padre omonimo del futuro pontefice.
E poi, naturalmente, le portatrici. La cui storia viene raccontata attraverso le testimonianze dirette di molte di loro; dalla loro viva voce escono parole pesanti come pietre, che ricostruiscono uno scenario di ricordi dolorosi ma che al tempo stesso rappresentano un esempio e un monito per un futuro di pace.

Il pomeriggio domenicale sarà aperto dal concerto breve del pianista gazoldese ANDREA MEDOLA, che eseguirà Tarantella – Presto (sol minore), composizione di Franz Liszt del 1859 tratta da “Venezia e Napoli – Anni di pellegrinaggio”.

Concluderanno l’incontro “I MUSICI CANTORES” del Lions Club di Mantova, diretti da SHAN SHAN SUN e accompagnati al pianoforte da Andrea Medola.

In mostra GARIBALDI nel 150° anniversario di Mentana (1867/2017)

(gb)

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.