CASTELBELFORTE: PARTITI I LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL RETICOLO IDRAULICO

Massimiliano Gazzani ed Elide Stancari (1)

Massimiliano Gazzani ed Elide Stancari

Sono partiti pochi giorni fa i lavori di sistemazione del reticolo idraulico afferente l’abitato di Castelbelforte: progettati dal Consorzio di Bonifica “Territori del Mincio” per un importo complessivo di 457.500 euro e cofinanziati da Regione Lombardia, consorzio e comune di Castelbelforte, consentiranno di gestire gli eventi di piena che interessano il centro abitato deviando in parte le acque che attraversano il paese nella rete esterna posta a nord: «Si tratta di un intervento atteso da anni – commenta Elide Stancari, presidente del consorzio e membro di Confagricoltura Mantova – e finalmente possiamo dire che un’altra importante parte del nostro comprensorio sarà in grado di affrontare con maggiore sicurezza eventuali calamità di natura idraulica». 

Gli interventi in questione saranno di adeguamento dei manufatti di scarico e di regolazione delle acque, di sostituzione o eliminazione delle attuali tombinature che insistono sui canali Fossoldino, Oca Graziane e Maldritto e che ormai sono diventate insufficienti e che costituiscono un limite nella capacità di veicolare le acque piovane. Questi lavori vanno a completare poi quanto già realizzato nel 2014 per la sistemazione del canale Fossoldo, che rappresenta il recapito finale del territorio posto a nord del centro abitato fino al confine con la provincia di Verona.

Anche il sindaco di Castelbelforte Massimiliano Gazzani esprime la sua soddisfazione: «È nota da tempo la vulnerabilità idraulica del nostro territorio. Grazie alla sinergia posta in atto con il consorzio e la Regione, al termine dei lavori gli abitanti di Castelbelforte potranno assistere con un po’ meno di ansia alle famigerate bombe d’acqua».

I lavori saranno sospesi da aprile a settembre per consentire la regolarità della stagione irrigua: la loro fine è prevista per il mese di febbraio del prossimo anno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.