MANTOVA – IMPORTANTE INVESTIMENTO PER LA QUALITÀ DELLA FLOTTA: APAM PRESENTA 22 NUOVI BUS

Nell’affascinante cornice di Piazza Sordello APAM questa mattina, venerdì 25 maggio ha presentato i 22 nuovi mezzi che fin da subito faranno parte del suo parco autobus e che nei prossimi giorni entreranno in servizio sulle linee urbane e interurbane.

dav

Dei 22 nuovi autobus, 17saranno destinati al servizio di trasporto interurbano e 5 a quello urbano: i mezzi interurbani sono 8 Iris bus Iveco Crossway, 2Mercedes Citaro e 7  Man CNG a metano. Sono dunque 12 in totale i bus a metano (7 interurbani e 5 urbani Menarini Citymood CNG), in linea con il programma di metanizzazione della flotta
lanciato l’anno scorso: esso prevedeva un investimento complessivo di oltre 10milioni
di euro e l’obiettivo di arrivare ad avere il 100% della flotta urbana eil 30% di quella
interurbana alimentati a metano, con importanti benefici di riduzione delle emissioni
inquinanti, di maggiore sicurezza a bordo e di risparmi in termini di costo del
carburante.L’investimento complessivo per l’acquisto dei nuovi autobus ammonta a 4.877.300€, di
cui 2.311.300€ finanziati con fondi regionali assegnati da Regione Lombardia a seguito
di stanziamenti regionali e ministeriali, e i restanti interamente coperti da Apam in
autofinanziamento.
Questi investimenti sono un’ulteriore conferma dell’impegno profuso da APAM per
garantire una notevole riduzione dell’età media dei bus e rendere la sua flotta sempre
più green: le recenti acquisizioni abbassano ulteriormente l’anzianità media dei mezzi
APAM che oggi è di 8,35 anni, un dato significativo e di eccellenza, sia a livello
nazionale (dove la media è di 11,4 anni) che lombardo.

APAM METANO.jpg

I nuovi bus a metano saranno riconoscibili per la livrea dedicata, una decorazione green realizzata ad hoc per far conoscere a tutti i cittadini l’impegno di APAM per la sostenibilità.

Tutti i nuovi autobus sono di ultima generazione e viaggiano con motore Euro6 con emissioni a basso impatto ambientale, sono dotati di impianto di climatizzazione, sospensioni pneumatiche e indicatori di percorso e di fermata di tipo elettronico. Tra le dotazioni di sicurezza è presente un fondamentale sistema termico di rilevamento e spegnimento incendi e, per i bus a metano, anche un impianto di rilevazione perdite tramite sensori con sistema di allarme e preallarme con segnalazione acustica.

Tutti ibus sono dotati di pedana di sollevamento per disabili e in particolare,quelli con pianale ribassato, montano quella manuale, più funzionale per andare incontro nel miglior modo possibile alle esigenze di trasporto degli utenti diversamente abili.

Sono già pianificati anche gli investimenti per il futuro e perfettamente in linea con il
progetto di metanizzazione, che vedrà a breve anche la costruzione di un impianto di
compressione e distribuzione di metano all’interno del deposito APAM: per il 2019 è
previsto l’acquisto di 10 nuovi bus per il parco urbano e di 5 per quello interurbano, tutti a metano; per il 2020 ulteriori 11 bus urbani e 6 bus interurbani sempre alimentati ametano.

Va sottolineato che i prossimi acquisti, nell’ambito del piano di ammodernamento e della prosecuzione del progetto di metanizzazione, non sono dettati da obblighi ma fondati su una politica di investimento che trova la sua ragione strategica nel miglioramento degli standard di efficienza e qualità, supportati dall’importante solidità economico-finanziaria di bilancio raggiunta negli ultimi anni.

Annunci

Rispondi