BUSCOLDO – LIRICA D’ESTATE: “NABUCCO” diretto dal M° DANIELE ANSELMI

Torna a Buscoldo, in piazza Lombardelli, per il quindicesimo anno, Lirica d’estate, a conclusione della XXII stagione artistica del Teatro comunale “Giuseppe Verdi”.

Lunedì 9 luglio, con inizio alle ore 21.30, verrà rappresentato “Nabucco”, opera di Giuseppe Verdi su libretto di Temistocle Solera e rappresentato per la prima volta al Teatro alla Scala di Milano nel febbraio 1842. «Nella prima edizione avevamo inaugurato proprio con il Nabucco – ha detto il Maestro Daniele Anselmi nel corso della presentazione alla stampa in sala consiliare – e si è rivelata una esperienza vincente, quella di portare lo spettacolo fuori dal teatro in piazza, in mezzo alla gente».

Uno spettacolo popolare e non di nicchia, perché permette di far arrivare molta gente anche fuori dai confini provinciali. Un genere di spettacolo, la lirica, che sa ancora attirare un vasto pubblico. Un’opera completa e Giuseppe Verdi è stato il primo compositore che ha introdotto il balletto nell’opera lirica. Nabucco è l’opera più risorgimentale di tutta la produzione verdiana, la terza opera scritta dal maestro di Busseto, delle 28 scritte.

Giovedì 5 luglio presso il Teatro Verdi alle 21.00, il maestro Anselmi presenta l’opera con storie e aneddoti; alla serata prenderanno parte anche la regista Giovanna Nocetti, il soprano Gabriella Morigi e il mezzo soprano Monica Minarelli.

Nabucco è un’opera incentrata sul fiume Eufrate in Babilonia, opera straordinaria perché ricca di cori e per Verdi il coro rappresentava il popolo che grida, inneggia all’Italia libera, valori sostenuti assieme a Mazzini e a Cavour con cui si incontrava in segreto nella sua villa di Sant’Agata. Verdi non voleva musicare l’opera perché aveva da poco perso la moglie di 27 anni e due figli. Con Nabucco dà una struttura nuova, il teatro del melodramma viene completamente rivoluzionato. Qui si nota un compositore con il desiderio di innovazione anche perché era stato appena bocciato al conservatorio di Milano.

«Ѐ un’opera  di grande ricchezza tra arie, cori e caballette – ha continuato il maestro Anselmi – con ritmi infuocati ed è coinvolgente per il pubblico».

Ad esibirsi nell’anfiteatro di piazza Lombardelli a Buscoldo saranno l’orchestra del teatro Verdi composta da 50 musicisti, il coro Opera house con 35 elementi, le scene e i costumi sono affidati a Fantasia in re di Reggio Emilia, che rappresentano la scena ambientata in Babilonia nel 428 a.C. Concertatore e direttore il Maestro Daniele Anselmi, regia di Giovanna Nocetti e aiuto regista Carlo Torresani.

Personaggi e interpreti

Nabucco re di Babilonia, Marzio Giossi

Ismaele nipote di Sedecia re di Gerusalemme Orfeo Zanetti  

Zaccaria, gran pontefice degli Ebrei Francesco Ellero D’Artegna

Abigaille schiava creduta figlia di Nabucco Gabriella Morigi

Fenena figlia di Nabucco Monica Minarelli

il gran sacerdote di Belo Massimo Catellani

Abdallo vecchio ufficiale del re di Babilonia Simone Favara 

Anna sorella di Zaccaria Rosita Fiocco

«Sosteniamo con entusiasmo l’iniziativa – ha commentato il vice sindaco Federico Longhi – perché crediamo sia una realtà importante,  non solo per il nostro territorio, una tradizione che attira a Buscoldo sempre tanta gente».

Info e prenotazioni al numero 0376/410008 oppure teatroverdibuscoldo@gmail.com

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.