CEREA CAPITALE DEL BLUES MADE IN ITALY: 15 ore ininterrotte di musica, 3 palchi, oltre 50 artisti e 70 espositori

blues made in italyIl raduno nazionale “Blues Made In Italy” si conferma ancora una volta tra le più prestigiose e ambite “vetrine” del panorama musicale italiano – capace di attirare e coinvolgere moltissimi appassionati anche dall’estero – funge, oltretutto, da interessante fucina di nuovi talenti. L’evento, quest’anno alla vigilia della sua decima edizione, viene reso possibile grazie al lavoro del direttivo dell’omonima associazione e all’aiuto di uno staff composto da trenta volontari appassionati.

Sabato 13 ottobre, a partire dalle ore 10:30 presso l’Area Exp di Cerea (VR) si terrà quindi il 9° raduno nazionale Blues Made In Italy – la più grande Fiera del Blues in Italia, ancora una volta pronto ad offrire proposte di assoluto rilievo artistico con la certezza di regalare dei momenti indimenticabili per una giornata memorabile a suon di Blues.

A vivere la manifestazione si attendono dunque migliaia di appassionati e curiosi che, presso il complesso fieristico dell’Area Exp, troveranno allestita una superficie coperta di oltre 4.000 mq. dotata di diversi punti di ristoro e di comodissime aree parcheggio contribuendo di conseguenza a rafforzare il binomio coniato dalla stampa nazionale: “Città di Cerea: Capitale del Blues”.

Tre palchi, aree per le prove strumenti musicali e uno spazio dedicato alle presentazioni di nuove produzioni editoriali e seminari di approfondimento, dove anche quest’anno è previsto il coinvolgimento degli studenti delle scuole di musica sempre più attirati dalla vasta zona dedicata alla mostra-scambio per collezionisti e dall’esposizione di prodotti artigianali di liutai che, con pazienza e disponibilità tramandano il loro know-how alle nuove generazioni.

Blues Made In Italy 2018 si snoderà su un continuo susseguirsi di esibizioni dal vivo.

Angela Mosley & The Blu Elements.jpg

Angela Mosley & The Blu Elements

Dal mattino fino a notte inoltrata, si susseguiranno band e musicisti solisti provenienti dall’intero territorio italiano. Sul palco centrale si attendono Angela Mosley & The Blu Elements, Bad Blues Quartet, Band of Men, Big Black Mama, Dirty Soul Blues Band, Frank Get, G-Fast & The Freak Orkestar, Gospel Book Revisited, Hot Shanks Blues Band, I Shot a Man, Jonas Blues Band & The Hardboilers – Tribute to Herbie Goins, Kevin Di Marco, Lovesick Duo, Manuel Tavoni, Mike Coacci Band, Serena & The Bluestains, Simone Nobile Blues Band, Stefano Stella Band, The Big Blue House, The Fireplaces, Van Kery Blues Band mentre sul palco dedicato alle esibizioni unplugged si alterneranno Best Before War, Claudio “Boogie” Zulian, Diego Schiavi, Dirty Mistreaters, Gabriele Dusi, Laura Luisetto & Stefano Ongarato, Little Blue Slim, Mr. Blue Duo, Piero De Luca & Big Fat Mama, Riccardo “Wolf” Castellini, Salvatore Pecoraro, Simon & Philips Duet, The Blind Catfish, Vincenzo Tropepe. 

Vincenzo Tropepe.jpg

Vincenzo Tropepe

La nona edizione si concluderà con le performance di alcuni ospiti che valorizzeranno ancor più l’evento portando sul palco tutta l’esperienza accumulata negli anni tra palchi internazionali e studi di registrazione, definiti veri e propri “assi” del Blues nazionale in tutte le sue sfumature: Tolo Marton, Francesco Piu, Mike Sponza, Gennaro Porcelli, Mora & Bronski, Joe Valeriano, Daniele Tenca, Ciosi, Andreino Cocco & Patatrac e Bayou Side. La conduzione dell’evento sarà affidata al carismatico Maurizio “Dr. Feelgood” Faulisi di Virgin Radio, figura di spicco nell’ambiente musicale italiano, conduttore radiofonico (dal 1978), divulgatore, critico musicale, musicista e dee-jay a fianco di Matteo Sansonetto e Valter Consalvi per il palco centrale e Marino De Bartolomeo per il palco dedicato alle esibizioni in acustico, storici e affiatati presentatori della kermesse. Un evento irrinunciabile che, attraverso ricordi, foto e filmati lascerà un segno indelebile nel cuore degli appassionati e nel mondo del web, grazie ad una rete di fotografi e videomaker, che come ogni anno curerà con professionalità l’immagine della manifestazione.

Nuove iniziative ed allestimenti rendono ancor più eccitante l’attesa della manifestazione: esposizione di quadri e incisioni, esposizione di prodotti artigianali locali e di liuteria, come amplificatori, chitarre, armoniche a bocca, cigar-box e sistemi di microfonazione, con una predilezione per l’artigianato “made in Italy” dedito alla costruzione di strumenti tipici del Blues, uno spazio dedicato al mercatino dell’usato con dischi da collezione, libri e fumetti a tema. Sarà inoltre presentata l’attesissima biografia dedicata al chitarrista statunitense a cura di Aldo Pedron dal titolo “Ry Cooder: il viaggiatore dei suoni”.

Come di consueto, saranno presenti le aree ristoro interamente gestite dal partner storico Roses American Bar, con particolare attenzione alla degustazione di prodotti enogastronomici tipici della tradizione veneta. Insomma, anche per quest’anno Blues Made In Italy promette di regalare un grande evento di musica, spettacolo, aggregazione e divertimento, con la promessa di confermarsi una vera e propria garanzia per tutti gli appassionati che come ogni anno attendono questo appuntamento per iniziare al meglio la stagione musicale invernale. Non resta quindi che darci appuntamento per sabato 13 ottobre 2018 presso l’Area Exp di Cerea (VR)!

La nona edizione del raduno nazionale Blues Made In Italy è un evento patrocinato dal Comune di Cerea.

Ingresso libero.

Info e/o Interviste all’organizzazione: ASS. NE CULTURALE BLUES MADE IN ITALY
info@bluesmadeinitaly.com

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.