MANTOVA-SHANGHAI: OTTO AZIENDE MANTOVANE ALLA FIERA INTERNAZIONALE “PRO WINE CHINA”

Il primo stand in Cina dedicato esclusivamente ai Vini Mantovani, alla fiera “ProWine”, a Shanghai  dal 13 al 15 novembre, è un’operazione resa possibile grazie al contributo di Camera di Commercio di Mantova che ha fortemente  sostenuto il comparto e le aziende mantovane.

CATTANI E ZANINI

CORRADO CATTANI e MARCO ZANINI

Una rappresentanza di 8 aziende vitivinicole mantovane associate, sia dei Colli Mantovani che del Lambrusco Mantovano, porteranno in degustazione una selezione di etichette delle 6 denominazioni DOP e IGP, un’attività che si inquadra nel processo di internazionalizzazione in atto, già da qualche anno, che vede le aziende partecipare ai principali appuntamenti fieristici  nel mondo in un’ottica di apertura verso nuovi mercati.

Lo spazio condiviso consta di 8 postazioni (counter desks personalizzati con grafiche) di cui 2 destinati al Consorzio Vini e 6 ad altrettante aziende della collina e della bassa padana (Lambrusco mantovano).

Il fine ultimo è incentivare la presenza sul mercato cinese dei nostri produttori, abbattendo significativamente i loro costi di partecipazione all’iniziativa, al massimo il   50% di abbattimento – commenta Marco Zanini, Segretario Generale della Camera di commercio di Mantova che è intervenuto alla presentazione con Corrado Cattini, presidente del Consorzio Vini Mantovani -. La partecipazione alla manifestazione è solo un punto d’appoggio per consentire ai nostri produttori, tutti consorziati, di incontrare controparti locali preventivamente selezionate da ICE”.

Rappresentanti del Lambrusco saranno:  Lebovitz, Cantina di Quistello, e Consorzio Vini per Cantine Virgili, i rappresentanti dei vini fermi e frizzanti di collina saranno invece  Ricchi,  Cattani, Gozzi, Consorzio Vini per Borgo La Caccia e  Cantina dei colli morenici.

Durante i tre giorni previsti sarà organizzato da ICE un B2B nello stand con controparti locali selezionate in base ai prodotti che le aziende hanno portato in degustazione cui seguirà lavoro di follow up.

Quello della Cina resta un mercato in forte crescita anche per il 2017. Lo confermano i numeri: importazioni di vino cresciute del 15% rispetto al 2016 (in euro a 2.5 miliardi) e del 19% in valuta locale. I volumi sono saliti del 18% fino a 7.5 milioni di ettolitri.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.