CCIAA MANTOVA – CONGIUNTURA MANIFATTURIERA: RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2018

Secondo l’analisi della congiuntura manifatturiera relativa al terzo trimestre del 2018, effettuata dal Servizio Informazione e Promozione Economica della Camera di Commercio di Mantova insieme a Confindustria Mantova, complessivamente, la produzione industriale da luglio a settembre 2018 vede una crescita del +1,9% rispetto allo stesso periodo del 2017. Anche gli ordini esteri, gli ordini interni e il fatturato mostrano risultati positivi.

FATTURATO.jpg

Per quanto concerne le aspettative per gli ultimi mesi del 2018, gli imprenditori mantovani mostrano valori positivi sul fronte della ripresa della domanda estera, della produzione e del fatturato, mentre non riscontrano variazioni per quanto riguarda occupazione e domanda interna.

L’artigianato vede una variazione della produzione annua pari al +1%, mentre calano gli ordini interni, il fatturato e gli ordini esteri. Il comparto della grande distribuzione mostra una variazione positiva relativa al volume di affari, con un forte calo per quanto riguarda la voce degli ordinativi. In crescita il volume d’affari relativo al settore dei servizi, così come quello dell’edilizia.

DATI PRODUZIONE ARTIGIANALE.jpg

Entrando nel dettaglio, emerge una leggera ripresa nei dati congiunturali della produzione industriale, pari al +0,4% rispetto al trimestre precedente. In Lombardia, il terzo trimestre 2018 si conclude con una variazione negativa del -0,4%.

Nella provincia di Mantova, risultano con segno più gli ordini esteri (+3,8%), gli ordini interni (+0,3%) e il fatturato (+1,3%). La situazione a livello lombardo evidenzia una ripresa pari al +2,3% per gli ordini esteri e al +0,4% per il fatturato e gli ordini interni. Considerando le variazioni tendenziali della produzione, la provincia di Mantova vede una crescita del +1,9%, inferiore rispetto al dato della Lombardia, pari al +2,3%. Nel confronto con le altre province lombarde, Mantova si colloca in terz’ultima posizione preceduta solo da Varese e Bergamo, mentre al vertice della classifica si posizionano Pavia e Sondrio.

PRODUZIONE INDUSTRIALE PER PROVINCIA.jpg

Sempre tenendo presente le variazioni tendenziali, mostrano risultati positivi gli ordini esteri (+16,3%), il fatturato totale (+5,6%) e gli ordini interni (+1%).

Nel dettaglio delle attività economiche, relativamente alla media lombarda, nel terzo trimestre 2018 la dinamica della produzione risulta essere negativa per il settore dell’abbigliamento (-3,5%), dei mezzi di trasporto (-1,5%), delle pelli-calzature (-1%) e della carta-editoria (-0,3%). Tutti i restanti comparti si collocano in territorio positivo, con performance superiori alla media per la meccanica (+4,2%), il legno-mobilio (+3,9%) e i minerali non metalliferi (+2,4%). Valori vicini alla media si hanno per la chimica (+2,1%), la gomma-plastica (+1,9%) e il tessile (+1,7%).

Gli altri indicatori congiunturali relativi alla provincia virgiliana restituiscono i seguenti valori: la quota di fatturato estero risulta in crescita passando dal 38,5% del secondo trimestre al 43,1%, così come aumentano le giornate assicurate dal portafoglio ordini, che passano dai 62 giorni del periodo primaverile ai 64 giorni del terzo trimestre del 2018. Il tasso di utilizzo degli impianti si mantiene pressoché stabile (dal 76,4% al 76,2%), mentre aumentano i prezzi delle materie prime (+1,2%), quelli dei prodotti finiti (+0,1%), le scorte dei prodotti finiti (+2,9%) e le giacenze di materiali (+2%).

Per quanto concerne le aspettative per gli ultimi mesi dell’anno, gli imprenditori mantovani sembrano ottimisti sul fronte della domanda estera, del fatturato e della produzione, mentre per occupazione e domanda interna non si prevedono cambiamenti particolari. A livello lombardo prevale un maggiore senso di ottimismo, anche se si collocano in territorio negativo le prospettive sulla domanda interna.

La produzione mantovana relativa al comparto artigianale registra, nel terzo trimestre dell’anno, un aumento tendenziale del +1%, valore che risulta di poco inferiore rispetto a quello lombardo, pari al +1,4%. Nel confronto con le altre province lombarde, Mantova si colloca a metà della classica; ai vertici troviamo Monza Brianza, Bergamo e Sondrio, mentre in fondo, con valori negativi, si posizionano Varese, Pavia e Lodi.

PRODUZIONE ARTIGIALE MANTOVANA

Gli altri indicatori segnano una contrazione rispetto allo stesso periodo del 2017: gli ordini interni (-5,9%), gli ordini esteri (-6,5%) e il fatturato totale (-3,7%).

Considerando il comparto della grande distribuzione, la variazione tendenziale relativa al volume di affari risulta in aumento (+1,8%), mentre in Lombardia si evidenzia un andamento negativo (-0,7%). Entrando nel dettaglio, il comparto dell’alimentare e quello del commercio non specializzato vedono una variazione pari rispettivamente al +2,3% e al +4%, mentre il commercio non alimentare vede un calo del -0,2%.

Per quanto riguarda gli ordinativi, emerge un calo del -6,5% per la provincia di Mantova e del -11,8% per la Lombardia. Pesano soprattutto gli esercizi non alimentari e quelli del commercio non specializzato con una variazione rispettivamente del -18,8% e del -4,6% rispetto allo stesso periodo del 2017; gli esercizi alimentari, al contrario, si collocano in territorio positivo, con un valore pari a +37,5%.

Il settore dei servizi, dal punto di vista del volume d’affari, mostra un -3,3% rispetto al trimestre precedente per la provincia di Mantova e un -2,5% per la Lombardia; rispetto allo stesso periodo del 2017 si evidenzia, invece, una ripresa pari al +1,7% per il territorio virgiliano e al +2,4% per il territorio lombardo. Entrando nel dettaglio, rispetto al terzo trimestre 2017, gli unici comparti che registrano una variazione negativa sono quelli degli alberghi e ristoranti (-4,6%) e del commercio all’ingrosso (-2,4%); per tutti gli altri settori emerge una generale ripresa, con le performance migliori per i servizi alle persone (+6,2%) e per i servizi alle imprese (+3,8%).

Il comparto dell’edilizia mostra una performance positiva rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con una ripresa del volume d’affari pari al +2,9%; anche rispetto al trimestre precedente si evidenzia un aumento del +0,5%. Anche la Lombardia mostra il medesimo andamento, con un +5,5% a livello tendenziale e un +4,8% a livello congiunturale.

Carlo Zanetti

Secondo il Presidente della Camera di Commercio di Mantova, Carlo Zanetti, – “la produzione industriale, in questo trimestre, prosegue il trend positivo, anche se in decelerazione rispetto ai dati del 2017 e di apertura d’anno. Questo rallentamento della produzione manifatturiera è, tuttavia, contrastato da una ripresa degli ordini esteri che mostrano una crescita a due cifre, nonostante la battuta d’arresto che sta presentando il commercio internazionale. Le aspettative degli imprenditori sembrano riflettere questo generale andamento, con una tendenza al ribasso per quanto riguarda la domanda interna e l’occupazione.”

Va comunque considerato – prosegue Zanetti –  che il terzo trimestre presenta una forte componente stagionale che anche le più sofisticate tecniche non riescono a domare, rendendo quindi non facile la lettura dei segnali che provengono dall’economia.”

“A livello globale, – conclude il presidente Zanetti – il rallentamento del commercio internazionale, da una parte, e i problemi di politica economica specifici alle varie aree sono alla base delle generali revisioni verso il basso. Occorre come sempre ricordare che le previsioni sono soggette a rischi di revisione e che questi rischi, al momento, sono più marcati nella direzione del ribasso. Ciò dipende da vari aspetti, come le guerre tariffarie che possono avere effetti destabilizzanti sulla dinamica del commercio internazionale, l’impatto che una politica monetaria più restrittiva può avere sulla situazione finanziaria dei paesi emergenti e, infine, i rischi geo-politici di non facile quantificazione. Occorrerà, quindi, attendere gli ultimi mesi dell’anno per capire l’andamento globale e quale eredità ci porteremo nel 2019 con effetti di trascinamento.”

PRODUZIONE INDUSTRIALE LOMBARDA.jpg

Fonte dei dati: Elaborazione Servizio Informazione e Promozione Economica su dati Unioncamere Lombardia

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.