SOLFERINO e SAN MARTINO – LA STORICA BATTAGLIA COMPIE 160ANNI: ECCO ALCUNE ANTICIPAZIONI

Quest’anno ricorrerà il 160° Anniversario della storica battaglia: un evento irripetibile. Qui di seguito vi diamo qualche anticipazione sulla tradizionale manifestazione. Le commemorazioni si svolgeranno nelle tre giornate di sabato 22, domenica 23 e lunedì 24 giugno.

Momento centrale, alle 17.00 di domenica 23 giugno, la rievocazione storica della sanguinosa battaglia di Solferino e San Martino, al complesso monumentale di San Martino della Battaglia, anticipata già nella giornata precedente da numerose iniziative.
Si alterneranno: presentazioni di pubblicazioni storiche, concerti, eventi con i rievocatori o collegati alla fiaccolata della Croce Rossa ed altro ancora in fase di elaborazione.

Non ultimo, un ospite d’eccezione che, come fu l’anno scorso per Gilles Pécout, darà il via alle celebrazioni.

Lunedì 24 giugno sarà invece il giorno dedicato alle cerimonie ufficiali in presenza delle autorità, che termineranno con la SS. Messa ed i discorsi di rito alla Chiesa Ossario di San Pietro in Vincoli a Solferino.

La grande novità di quest’anno ha a che fare con il recupero digitale dei nomi dei valorosi combattenti che parteciparono alle Campagne per l’indipendenza italiana.
Non solo i soldati che erano sul campo di Battaglia quel 24 giugno 1859, ma tutti quelli che presero le armi e combatterono per l’unità d’Italia, dalla Prima Guerra d’Indipendenza alla Breccia di Porta Pia ed i cui nomi rappresentarono i capisaldi per l’imponente opera portata a termine dalla Società Solferino e San Martino durante gli anni della costruzione della Torre monumentale.

In occasione del 160° anniversario della Battaglia, verrà messa a disposizione online una prima parte di questo imponente database. Si tratta di alcune decine di migliaia di nomi di buona parte dei soldati provenienti dalle province di tutta la Lombardia.

Verrà inoltre realizzato un curioso spettacolo teatrale in forma di monologo sul 24 giugno 1859, al Liceo Bagatta di Desenzano ed all’Istituto Gonzaga di Castiglione delle Stiviere, offerto ai ragazzi che sono stati coinvolti nel Progetto Torelli e che hanno contribuito con il loro lavoro di trascrizione, a dare un nome al Risorgimento. Lo spettacolo sarà probabilmente aperto anche al pubblico e non soltanto agli studenti.

Le celebrazioni, che idealmente prenderanno il via il 17 marzo, anniversario dell’Unità d’Italia, data in cui riapriranno al pubblico la Rocca ed il Museo di Solferino si concluderanno il 4 novembre, con la Festa dell’Unità nazionale e delle Forze Armate.
Il cuore dell’ “anno risorgimentale” sarà proprio a Giugno con una rievocazione storica che si preannuncia memorabile.

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.